IMPIANTI ALIENI: LE ULTIME SCOPERTE

Che mostro hanno scoperto gli scienziati russi nell'Artico

UFO ripreso a Guadalajara, Messico

sabato 30 novembre 2013

Cometa ISON, cosa sta nascondendo la NASA? Le nuove immagini mostrano una anomalia!

Cometa ISON, cosa sta nascondendo la NASA? Le nuove immagini mostrano una anomalia!

I telegiornali di oggi hanno dato notizia che ISON si è frantumata ed è scomparsa, ma non è vero assolutamente! Tutto falso! Solo disinformazione. Le nuove immagini di oggi sulla Cometa ISON mostrano una anomalia.
Cosa sta nascondendo la NASA? Si sa per certo che l’osservatorio spaziale Heliosferico SOHO, sta trasmettendo le immagini della ISON, ma qualcosa di nuovo è emerso. Quindi attraverso le immagini della SOHO e la sonda spaziale STEREO, la NASA ha potuto seguire il percorso della cometa nel punto di passaggio più vicino al Sole. ISON non si è disintegrata come affermano molti, perché tali immagini dimostrano un oggetto più ingrandito rispetto a quello che si pensava. I video e le fotografie trasmesse questa mattina da SOHO alle ore 06.08 evidenziano la cometa ISON che è uscita indenne o quasi da una morte ardente. I vari screenshot qui sotto mostrano delle immagini differenti da quelle pubblicate dalla NASA attraverso i media. 
Quindi vi è una censura dietro questa situazione? La NASA sta nascondendo qualcosa di grosso? Perché? 
Le immagini mostrano qualcosa di gigante che emerge dall’altra parte del Sole. Anche BPEarthwatch nel nuovo video qui sotto, dice che ISON sta riprendendo il suo splendore.
riferimenti: link

venerdì 29 novembre 2013

Russia: meteorite cade vicino la città di Penza

Russia: meteorite cade vicino la città di Penza



Penza è una città della Russia europea, situata sul fiume Sura, 709 km a sudest di Mosca.
La sera del 26 novembre, una meteora è stata vista cadere nei pressi della città e registrata su video, evento avvenuto intorno alle 05:25.
Alcuni cittadini di Penza che hanno assistito all’incidente, stavano guidando per andare a lavoro quando hanno visto il cielo illuminarsi dopo un flash luminoso, che poi si è dissipato in aria.





Vedendo il video è evidente che la meteora era abbastanza grande e un giovane che ha assistito alla caduta del meteorite, essendo un esperto astrofotografo, ha confermato la sua ipotesi. – “Sì, questo video mostra chiaramente la caduta di un meteorite. Il corpo spaziale probabilmente non ha raggiunto completamente la terra e si è bruciato nella bassa atmosfera, ma era abbastanza grande – dice Albert Khlyupin.
La caratteristica della traiettoria della meteora che è caduta, il flash luminoso è associato alla combustione del corpo che cade negli strati densi dell’atmosfera terrestre.
Guardate il video!!




giovedì 28 novembre 2013

Sonda SOHO NASA avvista oggetti non identificati ai lati

Sonda SOHO NASA avvista oggetti non identificati ai lati



Data di avvistamento: 28 Novembre 2013

Queste foto della cometa ISON sono state scattate questa settimana e come si può notare, le immagini SOHO mostrano che la cometa ISON ha qualcosa alla sua sinistra e destra.
Come vedete nelle immagini qui sotto, abbiamo riportato gli UFO che orbitanti intorno alla cometa e anche lunghe ali in entrambi i suoi lati. Sempre più prove si stanno accumulando.

Le Foto!!






link

Florida: Spettacolare avvistamento UFO su Miami – il video


Florida: Spettacolare avvistamento UFO su Miami – il video

Florida: avvistato un UFO su Miami – il video

Il video che vi presentiamo oggi riguarda l’avvistamento di un disco volante avvistato e documentato il 7 Novembre 2013 nella città di Miami in Florida (USA).
Il filmato è stato presentato da Jeremy Thomas che appunto descrive anche quali strumenti ha utilizzato per registrare il video, dato che lo stesso Skywatcher utilizza anche videocamere e macchine fotografiche con filtro infrarosso.
Guardate il filmato!!

ufo Miami712 Nov. 25 09.25

ufo Miami710 Nov. 25 09.25





Messico: le spettacolari immagini di un UFO-Ebani visibile solo con telecamera infrarosso


Messico: le spettacolari immagini di un UFO-Ebani visibile solo con telecamera infrarosso


Lo Skywatcher messicano Pedro Avila abita a Mexico City ed è un vero guardiano del cielo, nonché cacciatore di UFO. Anni fa ha dimostrato che gli UFO possono essere anche invisibili all’occhio umano, mostrando al pubblico che alcune sfere di luce potevano stazionare in cielo senza essere viste da nessuno, ma erano visibili solo dalle telecamere all’infrarosso. Oggi a distanza di alcuni anni, Pedro Avila continua a monitorare il cielo e registrare UFO dalle forme più incredibili e pochi giorni fa è stato intervistato dal giornalista e investigatore UFO Jaime Maussan di Tercer Milennio, poi dalle TV GALA TeleVision e Canal 9 del Messico. Pedro ha mostrato al pubblico sudamericano uno dei video più spettacolari mai visti prima d’ora, ovvero la registrazione di un UFO-Ebani tubulare con diverse sfere di luce, anche questo invisibile all’occhio umano, ma visto solo con i dispositivi a infrarossi. 

Guardate il filmato!





lunedì 25 novembre 2013

Avvistamento UFO News.Telecamera a infrarossi catture due sfere UFO a Melbourne, in Australia.


Avvistamento UFO News.Telecamera a infrarossi catture due sfere UFO a Melbourne, in Australia.



Data di avvistamento: novembre 2013

Luogo di avvistamento: Melbourne, Australia

Guarda come Lou riprende diverse grandi sfere di UFO a infrarossi.
Essi sono spesso catturati sfrecciare tra le nuvole e sembrano muoversi nel cielo in linee curve, invece di linee rette.
Lou è fuori quasi ogni giorno cercando di registrare queste cose, quindi non perdete il vostro tempo a cercare di dubitare dell'autenticità dei video.
Egli è ben noto nella comunità UFO per la sua dedizione e le catture. E 'mia convinzione che queste sfere sono piccoli droni alieni che permettono di farsi vedere, registrare e sentono tutto nei pressi del globo, anche le emozioni.
Guardate!!

Enorme meteorite esplode nei cieli della Crimea – il video


Enorme meteorite esplode nei cieli della Crimea – il video


Alle 03:50 del 21 Novembre 2013, il cielo sopra il Mar Nero in Crimea, si è illuminato dopo che un corpo cosmico sconosciuto è esploso a contatto con l’atmosfera. Il filmato che vi mostriamo è una raccolta di video registrati in Crimea dalle videocamere di sorveglianza.
Uno dei fotogrammi presi da una videocamera a bordo di una automobile, mostra il forte bagliore della meteorite che secondo gli scienziati doveva avere un peso inferiore a 100 tonnellate.





“Per quanto ne sappiamo, questo corpo celeste non è stata registrato dagli astronomi - ha detto alla “Komsomolskaya Pravda in Ucraina”, il massimo esperto della Crimea Astrophysical Observatory, Medico di Medicina Fisica e Scienze Matematiche Yuri DAC. –

A giudicare dal modo in cui bruciava, il bolide doveva essere composto da ferro e non doveva avere un diametro inferiore a dieci metri e del peso di circa un centinaio di tonnellate. Se avesse avuto un tipo di traiettoria diversa in caduta sull’atmosfera, ma con un angolo di 90 gradi, si sarebbe schiantato sulla Terra creando seri danni.”



fonte

sabato 23 novembre 2013

Cometa ISON: le ultime immagini mostrano due strutture ai lati del nucleo cometario


Cometa ISON: le ultime immagini mostrano due strutture ai lati del nucleo cometario



Il 7 novembre la luminosità della cometa ISON era aumentata drammaticamente e gli astronomi avevano detto che tale aumento di luminosità era dovuto alla crescita delle attività nel suo nucleo. Gli scienziati dell’Istituto tedesco per la ricerca sul sistema solare e l’Osservatorio dell’Università Ludwig-Maximilians di Monaco di Baviera, hanno condotto osservazioni della cometa il 14 e il 16 novembre scorso e hanno fatto una scoperta interessante.
Le immagini della cometa che sono state presentate, mostrano due strutture, come se la cometa avesse messo le ali – e tali strutture provengono da entrambi i lati del nucleo della cometa. Tipicamente, tali strutture possono verificarsi quando i frammenti stanno per staccarsi dal nucleo cometario.





19 novembre 2013. © Marc Polansky | Spaceweather.com



Come riporta “RIA Novosti”, i calcoli degli astronomi indicano che ISON ha perso uno o più frammenti e che in futuro potrà ancora perderne altri.
Il destino della cometa è ancora sconosciuto e il 28 novembre passerà nel perielio – il punto più immediato dell’orbita del Sole, quando la sua luminosità dovrebbe raggiungere la massima magnitudine.
La Cometa ISON è stata scoperta nel 2012 da un astrofilo russo Artyom Novichonok e dal suo omologo bielorusso Vitaly Nevsky.
Gli scienziati hanno previsto che raggiungerà la luminosità della luna piena. Ad oggi, la luminosità della cometa è in rapida crescita, alcuni scienziati hanno ipotizzato che la cometa ha cominciato a frammentarsi e non si sa se sopravviverà nella sua rotta verso il Sole. Ora la cometa si trova vicinissima al Sole e si può vedere la mattina presto.

riferimenti: link
tratto da

venerdì 22 novembre 2013

Oregon (USA): una meteora cade vicino Portland – le immagini


Oregon (USA): una meteora cade vicino Portland – le immagini


Un oggetto infuocato sarebbe caduto nei pressi di Clackamas, nella periferia della città di Portland in Oregon (USA). A fotografare i momenti della caduta del bolide di fuoco è stato il fotoreporter Mike Warner che ha visto il bolide di fuoco verso le ore 06:30 di mattina a est di Portland.
Il meteorologo Mary Loos, ha trascorso la giornata a parlare con gli esperti su ciò che potrebbe essere caduto nelle vicinanze di Clackamas.









Secondo il Comando Strategico degli Stati Uniti, oggetti artificiali sono rientrati nell’atmosfera nella nostra zona Mercoledì scorso, il che esclude la possibilità che alcuni frammenti di spazzatura spaziale sono caduti ieri 21 Novembre.
Jim Todd del Planetarium alla OMSI, è abbastanza sicuro che si trattava di una meteora ma esclude che questa non proveniva dalla cometa ISON, che sta percorrendo la sua rotta verso il Sole. Ma allora ci si chiede, come mai tutte queste meteore stanno cadendo sul nostro pianeta? 
Alcuni scienziati della NASA e del centro spaziale russo sanno bene che una forza misteriosa gravitazionale (Nibiru) sta influenzando la Nube di Oort, spingendo verso l’interno del nostro sistema solare, comete, asteroidi e meteore.

giovedì 21 novembre 2013

Planet X – Siamo in attesa di un evento cosmico sconvolgente


Planet X – Siamo in attesa di un evento cosmico sconvolgente



Il 2013 sarà ricordato come l’anno delle comete e dei meteoriti caduti sulla Terra. Per gli astronomi è un caso enigmatico -”…è come se qualcosa, ancora a noi invisibile, ma di grandi dimensioni, spingesse comete ed altri corpi all’interno della fascia degli asteroidi… al momento sono 4 le comete che si avvicinano al Sole, ma supponiamo che ne esistano altre… ancora non abbiamo risposte esaurienti per capire il fenomeno.” Questa l’affermazione è di un astrofisico francese durante un incontro tra appassionati e studiosi delle stelle che si è tenuto alcuni giorni fa a Nizza.
In effetti oltre alla cometa Ison, di cui abbiamo parlato nel nostro notiziario tre settimane fa, ora si aggiungono nel nostro cielo notturno: la C/2012 X1 LINEAR, la 2P/Encke e la C/2013 R1 Lovejoy. Un vero ingorgo cometario come non si registrava da tempi immemorabili. Per fortuna le 4 comete viaggiano lontane dal nostro pianeta, anche se a dicembre forse le vedremo tutte insieme illuminare il nostro cielo notturno.
Quello che invece ci preoccupa è l’aumento non indifferente di cadute di meteoriti sul nostro pianeta, da quello in Russia che provocò 1000 feriti a quello nel Messico e poi negli USA, in Africa e due in Cina. Fortunatamente non erano corpi celesti di dimensioni rischiose per il genere umano, tuttavia capaci di preoccupare il mondo scientifico per la loro eccessiva presenza nei nostri cieli.







L’astrofisico Anatoly Perminov, presidente dell’agenzia spaziale russa, è convinto dell’esistenza di un oggetto che sta “spingendo” materiale ( asteroidi, meteore, comete) dalla fascia di Kuiper, alcuni dei quali hanno già colpito Giove nel 1994 (Shoemaker-Levy). Perminov e il suo team di scienziati credono che si tratti di una stella nana bruna oppure di un nuovo corpo astrale sconosciuto che sta entrando nel nostro Sistema Solare. Anche altri scienziati di altri Paesi la pensano così, anzi alcuni suppongono che stia entrando nel nostro sistema un altro minore, rappresentato da un stella, magari bruna, e dalla sua corte di pianeti.
Un altro astronomo canadese, che per non essere identificato si è fatto chiamare George, in un sito internet USA di appassionati del cosmo, ha dichiarato un mese fa che esiste una forza molto potente ai confini del nostro sistema solare che sta spingendo asteroidi, comete e meteore verso il nostro Sole. Lo stesso Sole infatti comincia a dare segni “d’insofferenza” a causa della presenza di questa misteriosa forza, infatti sta intensificando le sue manifestazioni coronarie.
Sempre secondo questo scienziato la spiegazione è dovuta all’avvicinamento di un altro sistema planetario guidato dalla tanto ricercata stella sorella del nostro Sole, una nana bruna mai diventata sole come il nostro, ma comunque grande 3 o 4 volte Giove e che ogni tanti milioni di anni interseca con il nostro sistema solare. In effetti, dice sempre George, l’universo è pieno di sistemi stellari doppi o tripli, sistemi con una sola stella sono più rari.



Dobbiamo allora cominciare a preoccuparci? Secondo George si, perché la presenza di altri pianeti della stella compagna (nana bruna) del Sole all’interno del nostro sistema planetario porterebbe a squilibri gravitazionali non indifferenti soprattutto per i pianeti interni, ossia Marte, Terra, Venere e Mercurio. Ciò vorrebbe dire catastrofi bibliche e rischi seri per tutta l’umanità.
Due anni fa Accademia Kronos organizzò una spedizione scientifica in Norvegia per scoprire il motivo di una grande moria di pesci. Lo scopo però era anche quello di capire perché in Norvegia si erano costruiti rifugi sotterranei per migliaia e migliaia di persone, come se ci si aspettasse qualche cataclisma immane. 
Nessuno aveva saputo dare una risposta esauriente, in particolare quando si chiedeva il perché di una gigantesca realizzazione in un isola tutta di granito per conservare i semi di tutte le piante della Terra. Alla fine però ad una domanda specifica fatta ad una persona che aveva partecipato alla realizzazione di uno di questi rifugi, qualcosa gli è “sfuggito”.
Bleffando, fingendo di sapere, a questo norvegese abbiamo chiesto:” State preparandovi anche voi all’arrivo di un grande pianeta che sconvolgerà la nostra Terra o di una tempesta solare di inaudita potenza?”
La risposta sconcertante è stata: “…forse! “
Quello che di più sconcerta è che non solo la Norvegia ha realizzato questi rifugi, ma la Svezia, l’Inghilterra, la Russia, Israele e gli USA. E’ noi in Italia abbiamo fatto qualcosa? Non credo, del resto per i BIG del pianeta Terra, quelli che pensano di salvarsi, gli italiani non servirebbero a nulla, ma anzi potrebbero essere portatori di mafie e furberie dannose alla eventuale nuova umanità.

a cura di Filippo Mariani

link
tratto da

Misteriosi flash di luce svegliano gli abitanti di una regione di Mosca – il video



Misteriosi flash di luce svegliano gli abitanti di una regione di Mosca – il video

Misteriosi flash di luce svegliano gli abitanti di una regione di Mosca – il video

La mattina del 19 novembre 2013, intorno alle 01:00 ora di Mosca, i residenti delle città e Kotelniki Lyubertsy (regione di Mosca) sono stati svegliati da un bagliore misterioso forte. 
Lo strano fenomeno è stato registrato dalle telecamere di sorveglianza all’una di notte. Come riportato dal sito Moscova 24, l’origine di questo misterioso flash rimane sconosciuta.

Guardate il filmato!

misteriosi bagliori700 Nov. 19 18.24





mercoledì 20 novembre 2013

Avvistamento Ufo triangolare in Nuovo Messico


Avvistamento Ufo triangolare in Nuovo Messico



Condividiamo con voi cari lettori questo  interessante avvistamento Ufo.
Il video è stato registrato il 14 novembre ( 2013 ), in Nuovo Leon Messico di notte. Le immagini vengono catturate dalla telecamera nelle ore notturne ( Night Vision ) e ciò che è rivelato è affascinante.
Un oggetto di tipo triangolare volare ad alta velocità e mantenendo la stessa traiettoria. 
Tipico caso di UFO triangolare .... o, Drone  militare (?)

Guarda il video !!!



link

martedì 19 novembre 2013

Spettacolare avvistamento UFO al confine tra Cile e Perù


Spettacolare avvistamento UFO al confine tra Cile e Perù



La città di Arica è un porto del nord del Cile, situato a soli 18 km a sud del confine con il Perù. È attualmente la capitale della Provincia di Arica nella Regione di Arica-Parinacota.
La sera del 16 Novembre 2013, una coppia di ragazzi che si trovava a sud di Arica, ha avvistato misteriose sfere di luce che evoluivano nel cielo e fermandosi ad osservare incuriositi lo spettacolo che si presentava davanti ai loro occhi, sono riusciti a registrare un breve video con un telefonino. 
Nel filmato sono visibili dalle tre – quattro sfere di luce che effettuano delle evoluzioni nel cielo a dir poco incredibili.
Guardate il video!!







lunedì 18 novembre 2013

Grecia: flottillas di sfere di luce avvistate nella periferia di Volos


Grecia: flottillas di sfere di luce avvistate nella periferia di Volos – il video



Lo spettacolare video che vi mostriamo riguarda l’avvistamento di una flotta di sfere di luce documentate nella cittadina di Volos che è un comune della Grecia situato nella periferia della Tessaglia. L’avvistamento è stato registrato la sera del 12 Novemre 2013, quando un grappolo di sfere di luce si è manifestato ad ovest di Volos, esattamente in una zona montuosa, dove non ci sono abitazioni, strade o aeroporti.
Nel filmato della durata di circa 4 minuti, è possibile osservare una vera e propria manifestazione di sfere di luce che compaiono dal cielo e sembrano atterrare sulle colline situate ad ovest della cittadina greca.
Guardate il video!