IMPIANTI ALIENI: LE ULTIME SCOPERTE

Che mostro hanno scoperto gli scienziati russi nell'Artico

UFO ripreso a Guadalajara, Messico

mercoledì 30 ottobre 2013

Crisi Spagna, giovani disoccupati e poveri tentano di vendere organi online


Crisi Spagna, giovani disoccupati e poveri tentano..

Remedios, una donna di Malaga, separata, con due bambini di 9 e 5 anni, per evitare lo sfratto e pagare il mutuo voleva vendere il suo organo “non per meno di 30 o 40 mila euro”. Ma almeno lei ha ottenuto un colloquio di lavoro. “La crisi e la politiche di austerità hanno aumentato il tasso di impoverimento al 26,8 per cento della popolazione” dice una sindacalista
di
Silvia Ragusa



Più informazioni su: Crisi Spagna, Disoccupazione Spagna, Mariano Rajoy.

Share on oknotizieShare on printShare on emailMore Sharing Services67

“Vendo mi riñón para pagar la hipoteca”. (Vendo rene per pagare il mutuo). L’annuncio pubblicato su Internet ricorda quasi quella libbra di carne che il mercante di Venezia doveva a Shylock. Ma questa non è certo l’opera di Shakespeare. È la tragedia di Remedios, una donna di Malaga, separata, con due bambini di 9 e 5 anni. Disoccupata da due anni, riceve un sussidio di 426 euro al mese, 350 dei quali servono solo a pagare la rata del mutuo e un prestito di 5mila euro, contratto per evitare lo sfratto.
Da qui la decisione di vendere un organo “non per meno di 30 o 40 mila euro”, ha precisato ai giornalisti che l’avevano rintracciata.
Il fatto è che in Spagna, e soprattutto in Andalusia, la crisi c’è, nonostante le previsioni ottimistiche del premier Mariano Rajoy o la visione “fantástica” del presidente del Santader Emilio Botín: “Stanno arrivando soldi stranieri da tutte le parti”, diceva pochi giorni fa a New York. Perché se da una parte i dati finanziari sembrano migliorare, dall’altra disoccupazione, povertà, morosità,crollo dei salari e del consumo peggiorano di giorno in giorno. Tanto da spingere gli spagnoli senza lavoro e con passivi sempre più onerosi da affrontare a mettere in vendita perfino gli organi. Una libbra di carne, appunto.

In poche ore il messaggio di Reme – così la chiamano gli amici – ha fatto il giro del web ed è finito sulle prime pagine dei quotidiani. Ma fino a poche ore fa, sul portale Milanuncios.com, se ne trovavano parecchi molto simili. Negli ultimi tre mesi – il più recente pubblicato giovedì scorso – una quindicina: messaggi postati da persone disposte a “vendere” o “donare” un rene in cambio di aiuti economici, con tanto di numero di telefono.

C’erano giovani che avevano appena compiuto vent’anni, uomini che avevano bisogno di soldi in contanti per metter su un’attività, e ultra cinquantenni senza lavoro o indebitati con le banche. “Non fumatore né bevitore, senza alcun tipo di malattia”, scrivevano in molti. Uno, poi, chiedeva 30mila euro per un suo rene e 60mila euro per un pezzo di fegato.

“La crisi e la politiche di austerità hanno aumentato il tasso di impoverimento al 26,8 per cento della popolazione. Cioè una persona su quattro vive a rischio povertà nel nostro Paese”, spiega Paloma López, segretaria del Lavoro della confederazione sindacale Comisiones Obreras. Il sindacato ha elaborato pochi giorni fa una proposta con l’obiettivo di istituire un reddito minimo garantito per le persone in difficoltà. Perché “non tutti soffrono le conseguenze della crisi allo stesso modo”, continua Paloma López. 
“La forbice tra ricchi e poveri si allarga e l’impoverimento generale dei cittadini è in aumento. Il governo non ascolta le proposte di certe organizzazioni su come, per esempio, penalizzare i datori di lavoro che non pagano i contributi. Nemmeno a parlare poi di quali misure prendere per fermare la frode fiscale o come un aumento dei salari possa contribuire al rilancio economico”. Insomma i continui tagli non portano da nessuna parte. Anzi “sono la causa di questi atti estremi”, conclude López.

Intanto la storia di Reme, raccontata dal quotidiano locale Elcorreo.com, è stata denunciata dall’Organización Nacional de Transplantes alla brigata per i delitti informatici della Guardia Civil. Tre giorni dopo i gestori hanno rimosso tutti gli annunci dalla pagina web, mentre la polizia postale spagnola cancellava messaggi dello stesso tenore su altri siti affini. Qualcuno però è rimasto ancora. Immortalato nei blog o nei giornali online.

“Si vende rene per motivi economici. Prezzo da valutare. Spese cliniche a carico dell’acquirente. Tutto con contratto. Non fumo, non bevo, no droghe. Totalmente sano. Urgente”. Questo, ad esempio, era il post di Juan José. A lui di violare la legge spagnola, che punisce la compravendita di organi con pene che vanno fino a 12 anni di reclusione, non importa granché. 
“Non sapevo fosse illegale e nella situazione in cui mi trovo non mi interessa. Prima di tutto c’è la mia famiglia”, spiega. Insieme a sua moglie e ai suoi tre figli, tutti disoccupati, sopravvive con circa 1000 euro. “Ho già perso la casa e l’auto, e adesso sono costretto a vivere in affitto”, aggiunge.

La maggior parte degli annunci online non specificavano il prezzo della vendita degli organi. Ma Rubén, ad esempio, non avrebbe immaginato di farlo per meno di 30mila euro. Anche lui, 31 anni appena compiuti, aveva scritto su Milanuncios.com. “Non ho casa. Un giorno dormo sotto un tetto, se riesco, e il giorno dopo per strada”, racconta. 
Dice di essere disoccupato da due anni, di avere una compagna e una bambina piccola, motivo per cui ha pensato di vendersi “un rene, il fegato o la qualunque”, così come si leggeva sul sito di annunci. Assicura di avere la licenza di idraulico e installatore di impianti termici e di aver lavorato come libero professionista, ma che non riesce più a trovare uno straccio di occupazione. 
Così come una coppia di 52 e 48 anni che, a cambio di una risarcimento economico urgente, voleva donare insieme un rene e il midollo osseo.

Oggi Remedios avrà forse un lieto fine: in questi giorni farà un colloquio di lavoro in un negozio di materassi di Malaga. Gli altri, invece, rimarranno solo sporadici annunci sul web.
Link
tratto da

Canada: spettacolare avvistamento di UFO Flottillas nel Québec


Canada: spettacolare avvistamento di UFO Flottillas nel Québec



Il video che vi presentiamo oggi riguarda lo spettacolare avvistamento di una flottillas di sfere di luce documentate nella regione del Québec in Canada. Il fatto è accaduto la sera del 24 Ottobre 2013 quando alcune sfere di luce sorvolavano la zona di confine tra Québec e Ontario e un testimone dell’avvistamento è riuscito dalla sua auto a registrare il fenomeno con uno smartphone.
Il filmato è di buona qualità e della durata di circa 4 minuti, in cui si possono osservare le sfere che volano in parallelo alla super strada di confine tra le due regioni canadesi. Ad un certo punto le sfere si fermano nel cielo e stazionano per un periodo di tempo e ben visibili fino alla termine del video. Ringraziamo Emanuel Huza per la segnalazione UFO.
Guardate!











martedì 29 ottobre 2013

Una tempesta magnetica si scatenerà per due giorni sulla Terra


Una tempesta magnetica si scatenerà per due giorni sulla Terra



Brillamenti solari forti possono causare alcune malattie negli esseri umani. Una serie di brillamenti di raggi X di classe M, si sono verificati in questi ultimi giorni sul Sole e possono causare una tempesta magnetica sulla Terra tra oggi Venerdì 25 e Sabato 26 Ottobre 2013.

Tutto questo è stato affermato dal rappresentante dell’Istituto di Geofisica Applicata (IPG) Hydromet
“Ci sono stati tre focolai di classe M, il primo era piuttosto debole, e la seconda – Martedì sera – era più forte, e il Mercoledì sera c’è stato un altro“- ha detto il rappresentante di Hydromet.





Il rappresentante della Hydromet ha spiegato che tutto il flash ha espulso ECM (eiezioni di massa coronale) proprio in questi giorni, ma queste emissioni erano relativamente deboli e il tasso della loro distribuzione non è molto grande.
“Quando tutto (sulla Terra) sarà osservato, come disturbi nella magnetosfera, ma probabilmente di lieve entità, questo avverrà tra il 25-26 ottobre “- ha detto lo scienziato. 
Tuttavia, tempeste magnetiche potrebbero dare fastidio e di conseguenza far cominciare a traballare la salute degli essseri umani.
Possono diventare più frequenti le palpitazioni, fenomeni di insonnia, alcune cadute di pressione e forti mal di testa.


lunedì 28 ottobre 2013

“Palle di fuoco” provenienti dalle acque del fiume Mekong


“Palle di fuoco” provenienti dalle acque del fiume Mekong



Mentre molti cittadini tailandesi credono che sia il mitologico serpente Naga, una divinità delle acque, gli scienziati si sforzano di chiarire la vera origine di queste “palle di fuoco” che si manifestano sempre nelle stesse date, in questo periodo di autunno.
Le misteriosepalle di fuoco” nel fiume Mekong, una sfida per la scienza
Le “palle di fuoco”, che sgorgano dal fiume Mekong in questo momento al confine tra Thailandia e Laos, sono ancora una sfida per gli scienziati, mentre per molti residenti locali, la risposta è: si tratta del mitologico serpente Naga.



La parola Naga viene dal sanscrito: “nag” significa “serpente”, questa razza antica fa parte della cultura popolare di prevalenza indù e buddhista, in particolare nel Sud dell´India, dove si dice che diano la fertilità ai fedeli, inoltre sono considerati i servi di Varuna, dio vedico delle tempeste.
Lo scorso fine settimana, decine di migliaia di persone si sono radunate sulle rive del Mekong nel lato thailandese e laotiano per osservare questo fenomeno con aria di festa, che si riferisce alla celebrazione buddista locale della fine del Vassa nella notte di luna.
“Sono nato qui a Nong Khai e ho visto tutto l’anno. Palle di fuoco sono di un colore rossastro molto in alto. All’inizio abbiamo chiamato fuoco fantasma , ma sappiamo che Naga è il fiume più sacro e per noi è come un Dio “, dice Kasem Srikulwong, 78 anni, cittadino locale.



“Penso che sia veramente il Naga. Se fosse naturale o ha avuto una spiegazione scientifica questo non lo sappiamo, ma perché è proprio in questo giorno, ogni anno, che si hanno queste manifestazioni? Nessun suono o calore o luci artificiali?”, Spiega questo tailandese nel suo negozio nella città di Phong Phisai, che si trova davanti al Fiume Mekong.



Veduta del fiume Mekong che passa tra la Thailandia e il Laos
Il fenomeno della “Bang Fai Phaya NAK” (“palle di fuoco giganti naga” in tailandese) coincide con la fine del Vassa, anche conosciuta come la quaresima buddista , dove i monaci si ritirano nei loro templi durante il periodo del monsone.
Alcune fonti dicono che il naga popolare lancia palle incandescenti per salutare Buddha in visita sulla Terra alla fine del Vassa, che dura circa tre mesi tra luglio e ottobre, a seconda del calendario lunare.
In questa stagione di festa, promossa negli anni Novanta dalla Tourism Authority of Thailand, decine di migliaia di persone affollano la bella provincia di Nong Khai nel Nord-est, che è una fonte importante di reddito. Seduti sulla riva del Mekong, come se tenessero un pic-nic, i partecipanti cominciano ad applaudire ogni volta che nel buio del fiume si cominciano ad osservare sfere rossastre di diverse dimensioni che volano in aria a decine o centinaia di metri dalla riva del fiume.



Questo misterioso fenomeno avviene lungo diversi chilometri del Mekong ed è, secondo molti locali, il Naga, la divinità serpente che è molto venerato in Thailandia e Laos, in particolare nelle zone intorno al fiume. In molti negozi intorno Phong Phisai, appendono le foto con luci e perfino scale naga e le tracce lasciate dalla creatura mitologica supposta nel Mekong.
Sono batteri?
Scienziati tailandesi non hanno trovato una spiegazione plausibile per le palle di fuoco, un fenomeno la cui esistenza è riconoscere e studiare ogni anno per cercare di trovare le cause.
Nel 2003, un team di scienziati del Ministero della Scienza e della Tecnologia della Thailandia non poteva venire ad alcuna conclusione, ma ha detto che l’ipotesi era ed è, che queste sfere di luce erano il prodotto della combustione di gas metano e azoto causate da batteri nel fondo del fiume. Questi gas, come riportato dal Ministero, si accendono a contatto con l’ossigeno in condizioni di temperatura e di umidità molto specifico.
Altri studi hanno incluso anche la possibilità che il caso del gas come fosfina e difosfina, gas incolore che a temperatura ambiente esplode, emettendo una fiamma. Anche se alcuni scienziati come il professor Jessada Denduangboripant, della Chulalongkorn University di Bangkok, ha detto che si tratta di un fenomeno creato dall’uomo.





“I gas di combustione possono uscire o entrare ma ma non si trasformano in una palla di fuoco che sia in grado di salire diversi metri in aria, quindi non è plausibile una spiegazione chimica del fenomeno”, dice Jessada.
Nel 2002, un team di Thai iTV canale televisivo che ha mandato in onda un programma in cui mostrava come i soldati del Laos con le pistole, sparavano alcuni razzi in aria, facendo credere alla gente che erano i famosi fuochi di Naga.
Migliaia di residenti di Nong Khai erano contrari a ciò che era stato detto nel programma iTV e anche l’ambasciatore del Laos a Bangkok, Hiem Phonmachanh, ha criticato la televisione e ha negato che il fenomeno fosse di fabbricazione artificiale. Ovviamente la scienza, dato che non sa dare una spiegazione plausibile a questo fenomeno, il tutto viene ridicolizzato e liquidato con una spiegazione poco convincente.

link

Scie chimiche: appello a tutta la nazione


Scie chimiche: appello a tutta la nazione

22 ottobre 2013 - Appello a tutta la nazione italiana ed a tutti i cittadini con coscienza e di buona volonta'.Quello che sta accadendo nei nostri cieli in questi ultimi giorni di ottobre 2013 e' scandaloso.Aerei cisterna militari in azione 24 h su 24 stanno disseminando sostanze tossiche e nocive a bassa quota con lo scopo di avvelenare il popolo italiano e renderlo di fatto inerte ed incapace di reagire.
E' in atto un genocidio di dimensioni planetarie e chiunque,ripeto chiunque neghi o sia omertoso su questo argomento si rende complice di crimini contro il popolo italiano e l'umanita'. L'appello e' rivolto in particolare a tutti i gestori di siti internet,blog,forum ed altre piattaforme di divulgazione affinche' possano iniziare a diffondere notizie su questo argomento.RIcordate nessuno,ripeto nessuno e' escluso da tutto cio' ne va della salute dei vostri figli e dei vostri cari. 
Diffondete il piu' possibile!!! L'unica arma che abbiamo e' divulgare e condividere notizie sul fenomeno,le autorita' incominciano a temere il diffondersi di questa consapevolezza minacciando ed attentando alla vita di coloro che hanno il coraggio di denunciare apertamente quello che sta accadendo.(terrarealtime)

SCIE CHIMICHE: LA TESTIMONIANZA DI UN RAGAZZO DEL SUD



Castelnuovo della Daunia - autunno 2013 (Puglia): scie schimiche - foto Francesco Beccia
di Gianni Lannes
Ecco sa accade ormai ovunque in Italia, anche in luoghi di montagna incontaminati fino a qualche tempo fa. La semplice osservazione di un giovane illumina più di qualsiasi trattato scientifico.
E' in atto effettivamente un avvelenamento di massa della Nato. Si tratta di un espertimento con finalità segrete che gode della connivenza dell'eterodiretto governo italiano e dello stato maggiore difesa.
Le scie cimiche nebulizzate sui centri abitati e dunque nei pol,moni delle persone, nell'aria, nell'acqua e nella terra, contengono sostanze tossiche, principalmente alluminio, bario e polimeri artificiali!
Salve Sig. Lannes. Mi presento innanzitutto: Francesco Beccia, 22 anni e le scrivo dalla provincia di Foggia, esattamente da Castelnuovo della Daunia. Mi complimento per il lavoro coraggioso che svolge denunciando cose che i nostri media non potranno mai sbattere ai quattro venti. 
E' da tempo ormai che mi soffermo sulle anomalie che i nostri cieli presentano ogni giorno e, facendo azionare un po' il cervello distinguendomi dalla massa che non vuole alterare la normale vita quotidiana, ho cominciato a fotografare giorno dopo giorno queste scie. Ho letto articoli su internet, visto video su youtube, e non riesco a spiegarmi come la maggior parte delle persone, non noti una differenza abissale tra il cielo di qualche anno fa e quello di oggi e non vada ad approfondire.
Fino a 3-4 anni fa, in questo paesino sperduto del subappennino dauno passavano sporadicamente aerei di linea e li si vedeva minuscoli nel cielo, con una scia altrettanto piccola dietro che spariva in un attimo, anche perché consultando le cartine con le rotte aeree, qui sopra non dovrebbero assolutamente passare. 
Era quasi un evento quando passavano.


Castelnuovo della Daunia - autunno 2013 (Puglia): scie schimiche - foto Francesco Beccia
Ma la cosa che negli ultimi giorni mi ha convinto ad agire ed indagare ancor di più, sono i filamenti che cadono dal cielo. Circa una settimana fa, mentre fotografavo le scie immense nel cielo, ho notato nell'aria queste strane "ragnatele" ma ben più spesse delle normali ragnatele fatte dai ragni comuni. La mente mi ha portato subito a pensare in negativo, perché la coincidenza con il passare degli aerei saltava all'occhio.
Però ho preferito tacere, visto che era la prima volta che le notavo. Il problema è che, parlando con altri amici, di vari paesi qui intorno, hanno notato come me queste stranezze che piovono dal cielo, alcune addirittura "appese" ai segnali stradali o alle antenne della tv. 
E allora ho deciso di informarmi anche su questo e, come previsto, il pensare negativo mi dava ragione. Tutta italia invasa da questi filamenti. Ho letto che vogliono farle passare per "migrazioni di ragni che secernano ragnatele"... ma dico: ma quanto sono idioti nel divulgare una spiegazione simile? 
Quanta verità può esserci nei ragni che volano e, mi perdoni il termine, "cagano" ragnatele in quantità più che industriale?
La verità è una e la sappiamo benissimo. Ci stanno avvelenando e siamo in pochi a denunciarlo. Non so i motivi di questo inquinamento scandaloso, ma deve esserci per forza qualche piano diabolico alla base. Se lei ha qualche verità, qualche idea, qualche supposizione su tutto ciò, mi piacerebbe tanto saperla.
Le allego le immagini delle scie presenti negli ultimi 4 giorni qui nei cieli dauni. Appena avrò la possibilità di fotografare i filamenti, gliele invierò sicuramente.

Saluti.

sabato 26 ottobre 2013

Flottillas di sfere di luce avvistate in Messico


Flottillas di sfere di luce avvistate in Messico



Una flottillas di sfere di luce è stata avvistata e documentata da molte persone sulla strada provinciale che porta a San Luis Potosi (Messico). Tutto è accaduto la notte del 20 ottobre 2013, alle ore 01.30, quanto un gruppo di persone si sono fermate con la macchina sul bordo della strada, per osservare e registrare una flotta di sfere di luce (circa 10-11 oggetti) che volava a bassa quota.
 L’emozione e lo spettacolo che si sono trovati ad osservare i testimoni è stato evidente ed è documentato nel video a seguire.
Guardate il filmato!









link

giovedì 24 ottobre 2013

La verità sui filamenti di ricaduta: sono polimeri...


La verità sui filamenti di ricaduta: sono polimeri...

Nella seconda decade di ottobre sono caduti in molte zone d’Italia “strani” filamenti: la pioggia di fibre è stata talmente copiosa che molti cittadini, accortisi dell’anomalia, hanno allertato i Vigili del fuoco. Alcune testate, per lo più locali, hanno prima riportato la notizia con toni interrogativi, poi con incredibile tempestività, hanno riferito le “spiegazioni” fornite dagli “esperti”.



A.R.P.A., l’Agenzia regionale per le palle sull’ambiente”, ha sentenziato: “Trattasi di tele di ragni volanti. E’ il fenomeno dello spider ballooning: sono cioè fili di Aracnidi che, migrando, secernono fili”. No! E’ tutto falso. Non sono né i ragni né Spiderman a tessere questi grovigli appiccicosi.
Ci chiediamo come l’A.R.P.A., cui sarebbero stati consegnati campioni di filamenti, abbia potuto eseguire le analisi così velocemente. Sono analisi, infatti, che richiedono tempi molto lunghi. Non si comprende come gli enti ufficiali, che impiegano ere geologiche per fornire responsi, abbiano potuto subito rassicurare (e circuire) l’opinione pubblica, divulgando l’esito (falso) degli esami.





Quelle precipitate sono dunque fibre polimeriche diffuse con gli aerei impegnati nelle attività di geoingegneria illegale. Molti si chiedono per quale ragione i militari le disperdano: abbiamo in parecchi articoli analizzato la questione ed illustrato la composizione chimica dei filamenti. Essa NON coincide con la sericina, la proteina di cui sono formate le ragnatele.
Mentre rinviamo alla lettura degli studi sottoelencati, rammentiamo le seguenti acquisizioni. I filamenti sono impiegati come vettori dei composti chimici, a loro volta usati per creare corridoi elettromagnetici.Le fibre, essendo costituite di materiali biocompatibili, si “legano” al D.N.A. degli esseri viventi, favorendone una ridefinizione genetica secondo nuovi parametri biologici, anzi biotecnologiciI polimeri diffusi con gli aerei sono dannosissimi. Si consideri il caso del metanale.&particolarmente pericoloso che ha bisogno di un catalizzatore che, guarda caso, è costituito dai carbagammati.

I carbagammati sono di origine organica, della famiglia degli uretanici.

La reazione tra un gruppo amminico e biossido di carbonio permette la biosintesi del carbammato.
I carbammati costituiscono un gruppo importante di insetticidi: ne sono esempi il feniluretano, l'Aldicarb, il Carbofuran, il Fenoxycarb, il Sevin ed il Ethienocarb. Questi insetticidi agiscono causando inibizione della colinesterasi per inattivazione reversibile dell'enzima acetilcolinesterasi. Alcuni di questi composti sono molto tossici anche per gli esseri umani.
I poliuretani sono una classe di polimeri la cui struttura è formata da gruppi carbammato multipli. Questi materiali possiedono un'ampia varietà di proprietà e sono commercialmente disponibili come schiume, elastomeri e solidi.



Alcuni carbammati, come neostigmina, rivastigmina e meprobamato, sono usati in farmacoterapia come inibitori dell'enzima colinesterasi. L'uretano etilico (C2H5-O(CO)-NH2) è dotato di proprietà anestetiche generali ed anche mutagene.
E' stato usato in passato nella terapia del mieloma multiplo, perché dotato di proprietà alchilanti del D.N.A. Oggi è stato del tutto abbandonato, poiché troppo tossico e riconosciuto anche dotato di proprietà cancerogene, soprattutto per il polmone e lo stomaco.
La formazione di un carbammato costituisce un utile gruppo protettivo adoperato nella sintesi chimica delle proteine per proteggere gruppi amminici che non si vuole far reagire. È stabile nelle condizioni di reazione e può essere successivamente facilmente rimosso per idrolisi.

IN SINTESI
I carbammati sono convenientemente sintetizzati per reazione di alcoli o fenoli con un isocianato o, in alternativa, per reazione di un gruppo amminico con un estere dell'acido cloroformico. Nel caso si impieghi un alcool o un fenolo, la reazione può così schematizzarsi:

R-N=C=O + R'-OH ? R-NH(CO)O-R'
Usando, invece, un cloroformiato, ottenuto per reazione del fosgene con un alcol o fenolo, lo schema di reazione è il seguente:

R-O(CO)Cl + R'-NH2 ? R-O(CO)NH-R'
L'inibizione della colinesterasi è stata associata all'esposizione a pesticidi oranofosfati e carbamati, fin dalla loro creazione durante la Prima e Seconda guerra mondiale. Tipicamente, essi provocano gravi disturbi neurologici che conducono alla paralisi non solo negli insetti, ma anche negli esseri umani. 
L'esposizione avviene solitamente attraverso l'uso improprio di dispositivi per la diffusione di pesticidi oppure attraverso l'irrorazione aerea (scie chimiche). Gli effetti dell'inibizione della colinesterasi per esposizione cronica o esposizione intensa e reiterata si traducono in un'inibizione delle attività dell'enzima acetil-colinesterasi (AchE). 
L'integrazione di nanoparticelle in vari materiali nanocompositi, come gli idrogel aerei ed altre simili sostanze usate nelle irrorazioni aeree, nella modificazione del tempo atmosferico e nella dispersione di nanosensori (M.E.M.S. n.d.r.), comportano nell'individuo l'inibizione della colinesterasi fino al 96.2% nonché la presenza in quantità rilevabile di materiali nanocompositi. 
Ciò a conferma delle scoperte pubblicate dalla Ocean University (Cina) nel numero di giugno 2009, sulla rivista Chemical sensitivities (Sensibilità chimica), secondo cui le nano particelle sono 100 volte più tossiche di una singola molecola di pesticida, come il malathion, il propoxopur o il benomyl.
Un approfondito studio referato, a cura della tossicologa Dottoressa Hildegarde Staninger, si può leggere qui.
La verità è questa: quanto, invece, si legge sui siti istituzionali è una ragnatela di sciocchezze e di bugie, un intrico in cui sono rimasti impigliati i negazionisti e le istituzioni tutte.
Che cosa scrivevano costoro qualche anno addietro, quando il fenomeno della Geoingegneria clandestina non era ancora conclamato? Il C.I.C.A.P., contraddicendo sé stesso, nel 1999 stabilì quanto segue:

“I risultati riportati in tabella indicano che il campione di "capelli d'angelo" non può essere identificato con alcuno dei materiali riportati. Tale risultato permette comunque di escludere le ipotesi preliminari. Relativamente al campione esaminato, si può dunque concludere:

- non si tratta di tela di ragno;
- non si tratta di cellulosa o di materiali simili alla cellulosa (il che esclude la possibilità che si tratti di lana di pioppo o di rayon)”.

- Analisi di fibre contenute nelle scie (articolo di FMM Research team), 2007)

- Le ragne del diavolo, 2007

- Ragnatele simili a quelle di ragno cadute a Venezia (Italia), 2007

- Ragnatele a confronto, 2007

- Ulteriori analisi sui polimeri di Mondovì, 2007

- Analisi dei filamenti di ricaduta: sono polimeri artificiali!, 2009

- Filamenti di polimeri già nel 2002: il caso di Alessandria, 2009

- Resoconto dell'analisi microscopica di un campione di filamento polimerico di ricaduta del 15 ottobre, 2011


link/http://www.tankerenemy.com/

mercoledì 23 ottobre 2013

Contatti Extraterrestri e Multidimensioni: le esperienze vissute tra sogni e realtà


Contatti Extraterrestri e Multidimensioni: le esperienze vissute tra sogni e realtà

Molte persone si imbattono spesso in esperienze piuttosto particolari, specie se immersi in periodi di grande sconforto e dolore. Ci appaiono come immagini appartenenti ad una vita che scorre parallela a quella del nostro presente, esperienze irraggiungibili all’apparenza ma sufficientemente vicine e tangibili sul piano spirituale, tanto da percepirle come delle autentiche “risposte” al proprio stato emotivo.



Sogni lucidi appaiono come delle vere e proprie esperienze vissute tra la realtà e il non sogno, come se avessero percorso un tratto di strada oltre la vita. Molti di noi le definiscono semplici coincidenze, dei casi legati alla vita quotidiana che accadono semplicemente per puro caso…eppure in alcune circostanze avviene qualcosa di molto profondo.
Esperienze profonde capaci di creare risonanze nello spirito tanto forti da percepirle come “segnali” provenienti da altre dimensioni e che rispondono direttamente a dei nostri richiami emotivi.



Durante periodi profondi di sofferenza riusciamo persino a captare segni di conforto “indefiniti”, capaci di placare dei gravi dolori…specie se a risponderci è proprio “chi” rappresenta tale motivo di dolore…una persona scomparsa, a noi cara, che appare in certi sogni lucidi può divenire un valido motivo per aprirsi verso nuovi concetti di aldilà.
E’ alquanto superficiale teorizzare un aldilà come unica meta finale d’arrivo, poiché è molto probabile che non esista un luogo finale (un paradiso) dove finiremo una volta terminata la nostra esperienza di vita sotto forma di esseri umani. Piuttosto è più logico credere che esistano diversi sentieri da percorrere che conducono a luoghi inesplorati, dove la vita sarà sempre il filo conduttore che costituisce l’Infinito.

Questi luoghi sono le dimensioni

Se l’essere umano non avesse certi limiti, dovuti forse alle caratteristiche del suo DNA, probabilmente sarebbe in grado di accedere ad altri livelli dimensionali in maniera semplice, infatti è grazie al nostro DNA che possiamo aprire varchi dimensionali, denominati Ringhole, una sorta di Stargate microscopico i cui si può accedere ad altri Universi paralleli (dimensioni parallele)e questo può avvenire soprattutto in fase di meditazione, di rilassamento.

I sogni lucidi uniti a quelle coincidenze profonde che avvengono in momenti in cui si percepisce nettamente la connessione di un passaggio dentro ad un’altra dimensione, creano quell’attimo fuggente che non si può spiegare a parole, lo si sente dentro attraverso il “consiglio del proprio spirito” che dimostra di saper captare pienamente una frequenza su di una lunghezza d’onda del tutto nuova.
In verità questo tipo di esperienze sarebbero in grado di aprire un varco (stargate) verso quel sentiero nascosto che attraversa le dimensioni, le quali sono custodite da guardiani del tempo…gli Osservatori.




Entità aliena multi dimensionale (fotografia di Robbert van den Broeke)

Sono in tante le persone a sostenere di esser pronte ad un contatto con gli extraterrestri, ma molto probabilmente questa predisposizione di tipo ideologica non è sufficiente a connettersi con Loro.
L’umanità sembra essere progredita solo sul piano tecnologico, scientifico…ma non abbastanza sul piano spirituale, piuttosto…è regredita. Dunque viene logico dedurre che non tutti gli esseri umani siano preparati ad accettare una nuova realtà multidimensionale…e questo…i Guardiani lo sanno bene.
Forse qualcuno o qualcosa ci impedisce di varcare le porte di quelle dimensioni? In un certo senso…sì.
Molti di noi sono consapevoli del fatto che il nostro pianeta è da sempre monitorato da entità extraterrestri e probabilmente viene spontaneo pensare che gli alieni siano dei visitatori che ci studiano, ci osservano, che cercano un contatto con l’uomo, che vengono da altri pianeti e via dicendo…certamente questi concetti non sono del tutto errati ma evidentemente sono incompleti.
Alcune civiltà extraterrestri potrebbero essere addirittura anche simili all’uomo, ma se davvero sono tecnologicamente tanto progredite da viaggiare tra le dimensioni, avranno certamente sviluppato uno livello di coscienza ben più elevato del nostro ed aver perduto di conseguenza quegli istinti animali che ancora oggi l’uomo terrestre possiede.



oggetto luminoso fotografato da Robbert van den Broeke

Accedere ad una dimensione più elevata di quella attuale pare proprio essere un compito difficile per il genere umano, quasi impossibile. Potrebbe rappresentare un grosso guaio se l’uomo di oggi sconfinasse in altre dimensioni, creerebbe di certo degli eventi negativi che andrebbero a danneggiare un sistema a lui sconosciuto.
Questo è uno dei motivi fondamentali che giustifica la presenza di Guardiani che sorvegliano il nostro mondo, i quali hanno pieno potere sulle dimensioni. Arrivati ai giorni nostri, dove tutto ciò che abbiamo attorno al pianeta viene distrutto solo ed esclusivamente da noi esseri umani, c’è seriamente da prendere in considerazione che le entità misteriose che ci osservano potrebbero non essere soltanto semplici visitatori di altri mondi dotati di alta tecnologia..ma delle entità suddivise in livelli che svolgono un preciso compito.



Una parte di entità, gli osservatori per intenderci, quelli che hanno il compito di “sorvegliare” i livelli a noi confinanti, varcano le dimensioni interagendo col nostro mondo senza mai (o quasi mai) interferire con la nostra società e nelle nostre azioni; la dimostrazione è data anche dal fatto di come le nostre missioni spaziali, le nostre guerre, i nostri problemi climatici siano sempre monitorati senza alcun tipo di intervento allo scoperto da parte Loro. Anche se negli ultimi anni la presenza extraterrestre sta superando ogni limite nel mostrarsi apertamente, soprattutto su vulcani a rischio.

Queste entità potrebbero essere le medesime che donano all’umanità i preziosi messaggi impressi nei crop circles (cerchi nel grano). Questi osservatori rappresenterebbero in realtà quel “tramite” che agisce materialmente e spiritualmente entrando ed uscendo dal nostro piano astrale distorcendo il tessuto spazio temporale e che, se concepiamo tale logica basandoci su infiniti piani di esistenza, completerebbe a piene mani quel puzzle inarrivabile che porta diritti alla totale risposta sull’Essenza della Vita.

Si potrebbe quindi dedurre che la vita cosmica sia come un infinito albero fitto di rami, la cui cima pare irraggiungibile. Ogni ramo rappresenta un livello dimensionale il quale, a sua volta, possiede tantissimi altri piccoli rami (sottolivelli dimensionali).



“L’aldilà quindi non sarebbe rappresentato soltanto dalla cima dell’albero ma dall’insieme completo dei livelli astrali.”
Questo può essere il motivo per cui le entità dei livelli superiori riescono facilmente ad interagire nei livelli inferiori e di come tutti gli elementi appartenenti agli infiniti livelli abbiano la possibilità di evolvere nel tempo cercando di accedere alle dimensioni superiori.
Dunque non esisterebbe un solo ed unico Creatore o Dio ma infiniti piani di esistenza dove le entità intelligenti ad essi appartenenti…creano, manipolano e gestiscono i propri sottolivelli. Un infinito organigramma che spiegherebbe quanto ha davvero senso ed importanza ogni piccola cosa che facciamo nella vita.

Entità Extraterrestri e Aldilà

Può suonare come una melodia stonata, fuori tema, ma in realtà potrebbe essere l’unica strada capace di portare a quelle spiegazioni che sembrano non arrivare mai e che, senza saperlo, convogliano tutte quante in una unica vera risposta. Le dimensioni sono separate tra loro da lunghezze d’onda, come le note che compongono una scala musicale.
Ciascun tono della scala ha un suono e una profondità differente l’uno dall’altro, dovuta alla propria lunghezza d’onda. Un concetto paragonabile anche a ciò che avviene durante un cambio di canale sulla televisione, nel momento in cui azioniamo il telecomando ci sintonizziamo su lunghezze d’onda differenti.



Entità aliena multi dimensionale (fotografia di Robbert van den Broeke)
Ragion per cui…tenere separati tra loro concetti come aldilà e vita extraterrestre multidimensionale tendono a creare quel fermo immagine nella mente che ci porta di continuo al punto di partenza, e questo non può che renderci incompleti e limitati, proprio come quando ci blocchiamo di fronte alla possibilità di accedere a nuove dimensioni durante un sogno lucido.
C’è una vera vita infinita attorno a noi composta da innumerevoli dimensioni connesse tra loro, tutto questo insieme di realtà rende inesistente il concetto di morte, poiché di fatto la morte non esiste.

“L’armonia è il ramo della teoria musicale che studia la sovrapposizione dei suoni (accordi), la loro reciproca concatenazione e la loro funzione all’interno della tonalità”

Anche se certe tematiche possono sembrare apparentemente differenti o dissonanti tra loro, possiamo imparare ad accordarle insieme e di conseguenza si concateneranno evolvendosi in un’unica ed incantevole melodia.

La musica, tra l’altro, è un linguaggio che si estende a livello universale e possiede una straordinaria capacità nel trasmettere emozioni uniche. Il concetto di armonia e tonalità semplifica la visione di un nuovo modo di pensare ad una naturale e pura realtà di coesistenza tra più elementi posti su svariati livelli astrali o dimensioni e che, se uniti, compongono un’opera impeccabile…l’Infinito.

Scritto da Dan Keying
LINK

Inghilterra: un fotografo cattura per caso le immagini di due dischi volanti


Inghilterra: un fotografo cattura per caso le immagini di due dischi volanti



Tutto è accaduto Mercoledi 16 Ottobre 2013 quando l’ex ingegnere aeronautico della Marina inglese Haydn Morgan che è appassionato di fotografia, si trovava in visita nella zona del Devon (a sud dell’Inghilterra) a bordo di un traghetto passeggeri sul fiume Dart, quando alle ore 13.39 ha scattato un fotografia alla graziosa cittadina costiera di Kingswear. Rivedendo le fotografie al computer, ha notato che erano ben visibili due oggetti misteriosi che all’ingrandimento della foto, risultano essere due dischi volanti.



Nella foto sopra i due ‘dischi volanti’ sono stati inavvertitamente catturati dalla macchina fotografica del turista Mr. Morgan che stava facendo fotografie in una località balneare. Morgan ha notato solo le forme non identificate quando arrivò a casa e ha esaminato le sue immagini. I due oggetti erano raffigurati in alto nel cielo sopra la graziosa cittadina costiera di Kingswear, nel Devon.





“Quando sono tornato a casa ho messo sul mio computer le foto e in una era perfettamente chiara la presenza di due punti neri e la foto scattata successivvamente, circa 8 secon di dopo, non erano presenti gli stessi oggetti”. Morgan era abbastanza scettico sugli UFO e ha fatto visionare la foto ad altri due fotografi professionisti che hanno esaminato le fotografie e l’immagine dove compaiono i due UFO. Bene, si è esclusa qualsiasi cosa, anche la polvere sulla fotocamera non può essere. Morgan ha aggiunto: ‘Non ho idea di cosa sia. Non è certamente un uccello di qualsiasi forma e tipo.” La notizia è apparsa sul quotidiano Dailymail.


martedì 22 ottobre 2013

Medveded conferma quanto detto "fuori onda": gli alieni sono tra noi!


Medveded conferma quanto detto "fuori onda": gli alieni sono tra noi!:

Dopo le ultime dichiarazioni di Medvedev rilasciate "fuori onda" in cui si sostiene che non solo i russi sanno dell'esistenza di alieni con basi sulla terra, ma che addirittura nella valigetta che contiene i codici di lancio dei missili nucleari, vi siano due cartellette che descrivono dettagliatamente dove sono collocati gli alieni nel territorio russo. Queste cartellette vengono passate da un presidente all'altro.
Riportiamo l'intervista col testo esatto delle dichiarazioni di un "ex" presidente russo (quindi attendibili).
Abbiamo trovato anche un filmato dove si vede chiaramente che le dichiarazioni "fuori onda" ...tali non sono state, in quanto se è pur vero che la prima telecamera fissa aveva abbandonato l'immagine di Medvedev, un'altra tenuta in spalla lo inquadrava da vicino in una posizione che non poteva non essere notato dall'ex-presidente russo....e le dichiarazioni le ha rilasciate rispondendo a precise domande di un'intervistatrice. Ad ognuno di voi farsi un giudizio di quanto è accaduto.

INTERVISTATRICE: "C'e' in giro l'opinione che su alcuni avvenimenti esistano dei "dossier" molto voluminosi con sopra scritto "SEGRETISSIMO", e che la' siano racchiusi tutti i segreti del mondo, e che Voi sappiate assolutamente tutto. Per esempio, se sono o no venuti sulla Terra degli extraterrestri, i cosiddetti "omini verdi". PRESIDENTE MEDVEDEV: "Dunque, lo dico a lei per la prima e ultima volta. Insieme alla "valigetta con i codici nucleari", al presidente della Nazione (si intende la Russia, n.d.t.) viene portata una speciale cartella, su cui è scritto "SEGRETISSIMO". Questa cartella è interamente dedicata agli extraterrestri che hanno visitato il nostro pianeta. Nello stesso tempo viene trasmessa una RELAZIONE assolutamente riservata dal reparto dei Servizi Segreti che si occupa della presenza degli extraterrestri sul territorio del nostro Paese. Queste due cartelle di documenti vengono consegnate assieme alla "valigetta nucleare". A mandato terminato, tali cartelle vengono conseguentemente passate al nuovo presidente. Un' informazione più precisa su tale questione la potete avere guardando il noto film-documentario "The Men in Black" - ce ne sono diverse versioni". A) INTERVISTATRICE : "Quanti sono tra di noi gli extraterrestri?" PRESIDENTE MEDVEDEV: "Quanti sono tra di noi non lo posso dire, in quanto ciò potrebbe destare il panico".]

http://www.antikitera.net/news.asp?id=12184&T=5

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Islanda: le spettacolari immagini di un UFO che discende sulla città di Akureyri – il video


Islanda: le spettacolari immagini di un UFO che scende sulla città di Akureyri – il video



Le immagini che vi presentiamo sono spettacolari e provengono da una registrazione effettuata il 29 Settembre 2013 da una telecamera di sicurezza che si trova nella città di Akureyri.
Nel video si può osservare una enorme sfera di luce color arancione che discende sulla città e va dritto al suolo, per atterrare in una zona densamente popolata! 
Guardate il filmato!










Una luce inspiegabile emerge dal Lago Maggiore – le immagini


Una luce inspiegabile emerge dal Lago Maggiore – le immagini



Arona è una bellissima cittadina che si trova sul Lago Maggiore, dove in questo periodo alcune persone sostengono di aver visto misteriose luci nel cielo e nel lago. La segnalazione viene riportata sul quotidiano novaratoday.it che ha pubblicato alcune immagini di un UFO o USOUnidentified Submerged Objects – oggetto sottomarino non identificato- che è stato visto all’interno delle acque del lago Maggiore davanti ad Arona. Ecco quanto segnalato al quotidiano Novaratoday dal testimone:



“La notte tra mercoledì e giovedì scorso, mi trovavo nei pressi del Lago Maggiore sul lungo lago di Arona, per una passeggiata serale, quando all’improvviso ho visto una “strana luce nel lago. Subito – racconta – mi sono incuriosito e poichè avevo dietro la mia inseparabile macchina fotografica ho provveduto a testimoniare quanto vi ho documentato.
Strane luci circolari di diverse dimensioni sono emerse dall’acqua all’improvviso. Non so spiegarmi il fenomeno se non con la spiegazione che cerchi concentrici di questo tipo che emergono all’improvviso siano ricollegabili alle entità superiori delle quali ogni tanto si sente parlare“.









Certo è che l’entroterra del Lago Maggiore sembra essere al centro delle attenzioni di una intensa attività UFO. Infatti non è la prima volta che nella zona si parla di avvistamenti del genere. Solo qualche mese fa una signora ha raccontato di aver visto nei cieli aronesi strane presenze nel cielo…“


domenica 20 ottobre 2013

Avvistato Ufo sopra gli edifici di Hong Kong in Cina


Avvistato Ufo sopra gli edifici di Hong Kong in Cina



Questo incredibile  avvistamento è stato ripreso da un ex giornalista della TV locale il 06/10/2013 con la sua videocamera che dichiara : ho usato la mia VC. e quando ho ingrandito l'oggetto sembrava un Ufo senza nessun dubbio, dopo circa 20 minuti e sparito, il giornalista continua dicendo che crede l'Ufo si farà vedere ancora, così è stato e fa un altro video di nuovo. Sta a voi giudicare l'autenticità...

Guardate !!



link