lunedì 11 giugno 2012

Terremoto: alle 16. 22 nel modenese nuova scossa "magnitudo 3. 1"

Terremoto: alle 16. 22 nel modenese nuova scossa "magnitudo 3. 1": (AGI) - Roma, 11 giu. - La terra continua a tremare in Emilia-Romagna.

17:46 11 GIU 2012



(AGI) - Roma, 11 giu. - La terra continua a tremare in Emilia-Romagna. Una scossa di magnitudo 3.1 e' stata registrata alle 16.22 nel modenese, con epicentro Novi di Modena e una profondita' di 11 km. Lo rende noto l'Ingv, che ha registrato altre due scosse successive di minore entita', di 2.2 (a Finale Emilia) e di 2.1 (a San Felice sul Panaro). Colpita anche la Toscana. Una scossa di magnitudo 3.0 e' stata registrata alle 10:37 nei pressi di Novi di Modena, Rolo e Concordia, in base ai rilievi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Nel modenese, dalla notte scorsa, sono state registrate altre tre scosse di magnitudo 2,1, 2,2 e 2,3. E alle 11,48 un'altro sisma, questa volta di magnitudo 3.7, e' stato registrato in Toscana, a una profondita' di 68.9 km tra i comuni di Castel San Niccolo', Pratovecchio e Poppi (Arezzo). Al momento non si registrano segnalazioni di danni o criticita', a quanto riferisce la Protezione civile della provincia di Firenze.
Nelle tre regioni colpite dal sisma, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, sono 16.085 le persone assistite dal servizio nazionale di protezione civile, suddivise in 45 campi di accoglienza, 64 strutture al coperto (scuole, palestre e caserme, vagoni letto offerti da Ferrovie dello Stato e genio ferrovieri) e negli alberghi che hanno offerto la loro disponibilita' grazie alla convenzione siglata con Federalberghi e Assohotel. E' quanto rende noto la protezione civile. Nello specifico, in Emilia Romagna, i cittadini assistiti sono 14.596. Sul decreto sviluppo "credo si stia per stringere". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. "Negli ultimi giorni ho seguito molto la questione terremoto", ha spiegato il capo dello Stato, rispondendo ad una domanda nella hall di un albergo di Varsavia, "adesso vedremo, non so se sia stato convocato un consiglio dei Ministri o quando arrivera'". Quanto alla copertura del provvedimento "non so, ho letto sui giornali che e' stata trovata. Anche Monti e' stato preso dal terremoto, compreso quel famoso comunicato, e dalle decisioni sulla Rai". Dai recenti terremoti si evince che la "situazione sismica dell'Italia e' mutata". Per questo il Presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, lancia un invito al Governo "a provvedere urgentemente a fare ricerche ad ampio raggio per riscrivere la carta sismica dell'Italia". Formigoni ha ricordato che sono stati gia' stanziati 43 milioni di euro per i territori colpiti dal terremoto, in provincia di Mantova.
Si tratta di zone, ha osservato, che "ritenevamo fino a ieri prive di rischio, invece sono accaduti li' e sono devastanti".


0 commenti:

Posta un commento