IMPIANTI ALIENI: LE ULTIME SCOPERTE

Che mostro hanno scoperto gli scienziati russi nell'Artico

UFO ripreso a Guadalajara, Messico

lunedì 31 dicembre 2012

2012, un anno di avvistamenti Ufo: il video

2012, un anno di avvistamenti Ufo: il video:
Fine anno 2012. Fine anno di consuntivi anche per gli ufo (unidentified flying object). Il Centro Ufologico Mediterraneo (C.UFO.M.) comunica che sul proprio canale ufficiale yoytube denominato “CUFOMCHANNEL” è stata postata una ricchissima serie di avvistamenti segnalati al Centro nell’anno 2012. Gli ufologi stessi del CUFOM sono rimasti notevolmente impressionati dalla mole di avvistamenti indagati nell’anno che volge al termine. La passione in uno alla professionalità hanno fatto dimenticare ai componenti del team il duro lavoro che c’è alle spalle di questo lusinghiero risultato. Le immagini fatte di foto e filmati, scorrono nel video appositamente preparato dalla squadra guidata dal Presidente Angelo Carannante coinvolgendo in maniera totale lo spettatore. Il video è godibile anche collegandosi al sito www.centroufologicomediterraneo.it . In esso vi sono 2  sorprese relative ad anteprime di avvistamenti non ancora resi pubblici. Le segnalazioni sono pervenute dai luoghi più disparati anche esteri. Così abbiamo immagini anche da Malta e New York. Tra gli avvistamenti postati si possono ammirare quelli pervenuti dalla Lombardia, dal Piemonte, dalla Calabria, dal Trentino Alto Adige, dall’Emilia Romagna, dalla Puglia, dalla Campania, dal Lazio, dalla Sicilia, e così via includendo in pratica tutto lo stivale. Nel 2013, assicura il massimo esponente del C.UFO.M., l’attività sarà altrettanto e se possibile più intensa. Infatti moltissimi casi sono, in questo periodo, in fase di indagine. Alcuni di essi sicuramente di grande livello. L’anno che verrà, si preannuncia, almeno così si augurano al C.UFO.M., ricco di avvistamenti ufo.



link

venerdì 28 dicembre 2012

Misteriosa "nuvola" elicoidale ripresa nei cieli di Mosca!

Misteriosa "nuvola" elicoidale ripresa nei cieli di Mosca!:
27 dicembre 2012 - Mosca - l'utente youtube ADG(uk) ha caricato sul suo canale questo incredibile video che riprende una insolita spirale nei cieli di Mosca.Il fenomeno e' stato ripreso in diverse zone della citta'.Non e' facile capire se il video sia genuino o meno, quello che forse e' piu' interessante
e che si notano evidenti scie chimiche nei pressi della spirale e questo confermerebbe che nemmeno la Russia sia esente dai programmi di geo-ingegneria clandestina che stanno adottando la maggior parte dei governi del pianeta.



tratto da 

Brasile: un luminosissimo fascio di luce appare nel cielo!

Brasile: un luminosissimo fascio di luce appare nel cielo!:
27 dicembre 2012 - Secondo il quotidiano Il Paraná, un inspiegabile fascio di luce e' apparso nel cielo della città di Palotina, nella serata di Lunedi 17 dicembre. James Testa, un residente della comunità ha registrato l'evento con materiale video e fotografico. La luce per la prima volta veniva avvistata dal padre di Giacomo
: " in un primo momento pensava che fosse una faro, ma si rese conto che con il passare del tempo la luce si faceva sempre più intensa, è stato allora che ho deciso di filmare" Il fenomeno è durato in per circa 10 minuti e poi e' scomparso. Giacomo Testa dice di non aver mai visto niente di simile. A prima vista sembrava una palla rossa che irradiava un fascio di luce luminosissimo "Molti hanno detto che era la luce del sole, ma è impossibile, perché l'immagine è apparsa alle 20:15 dove il sole sorge e non dove tramonta ",come si evince chiaramente dal video.L'unica spiegazione plausibile e' che si sia trattato di un fenomeno di rifrazione della luce attraverso le nuvole.

http://www.oparana.com.br Inviato da Peter Ramelli


tratto da 

Italia, terzo mondo: siamo costretti a vendere gli ospedali

Italia, terzo mondo: siamo costretti a vendere gli ospedali:
Liberia, Guinea Bissau, Bangladesh: quello che un tempo si chiamava Terzo Mondo ora abita stabilmente in Italia, il paese dell’Eurozona terremotato dall’austerity e costretto a cedere alla finanza anche il cuore del suo sistema di sicurezza sociale, cioè la sanità pubblica e in particolare gli ospedali. Succede in Piemonte, dove la Regione decide di “cartolarizzare” le strutture sanitarie per sottrarsi alla scure di un maxi-debito
da 1,6 miliardi che lo Stato non più sovrano non è in grado di sostenere, per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana. L’epicentro del disastro è proprio Torino, dove traballa anche il bilancio del Comune lasciando intravedere il fantasma del commissariamento: reduce dalle fastose celebrazioni del 2011 per l’Unità d’Italia, il capoluogo piemontese è la prima grande città italiana ad anticipare il drammatico futuro tecnicamente organizzato dall’agenda di Mario Monti, il liquidatore inviato da Bruxelles a “terminare” la sovranità nazionale minata dal Trattato di Maastricht e ora sepolta da Fiscal Compact e pareggio di bilancio. Costretta alla resa, La Regione Piemonte alza bandiera bianca: e pur di non chiudere i suoi ospedali, ne affida il patrimonio immobiliare alla finanza. Mario MontiManovra, scrive il “Fatto Quotidiano”, messa a punto dal super-consulente Ferruccio Luppi, vicino al gruppo Fiat-Agnelli. «L’operazione di finanza creativa, di tremontiana memoria, in effetti è complessa», osserva il giornale di Travaglio, «perché riguarda la vendita del patrimonio immobiliare della Regione, comprese le proprietà di Aziende ospedaliere e Asl». Con procedure di ingegneria finanziaria, gli ospedali dovranno cedere il loro patrimonio edilizio, gestito da una società esterna, e pagheranno anche l’affitto al fondo che sarà istituito dalla Regione. Lo stratega Luppi proviene dalla finanziaria Ifil-Fiat e dalla Worms, holding di partecipazioni quotata alla Borsa a Parigi; dopo aver gestito anche Ferrari e Cnh, nel 2009 è entrato nel direttorio di Générale de Santé, il gruppo ospedaliero francese leader nel settore della sanità privata, e oggi è membro del cda del più grande ente di gestione fondi immobiliari, Idea-Fimit. Con il lancio di due fondi immobiliari, il governatore leghista Roberto Cota pensa di portare in tempi rapidi nelle casse regionali circa 600 milioni di euro. «La ratio dell’iniziativa è semplice: la Regione raccoglie immobili sui quali può esprimere anche una valutazione, si costituisce un fondo, si affida a una Sgr (società di gestione del risparmio) la quale, nel momento in cui acquisisce la disponibilità del patrimonio, anticipa all’ente subito una somma (600 milioni, appunto)». Nel primo fondo, aggiunge il “Fatto”, dovrebbero confluire beni per oltre 500 milioni di euro. In questo modo viene “ceduta” anche una metà dal nuovo palazzo della Regione, verso “investitori terzi” (cioè fondi pensione e assicurazioni). Il fondo avrà una durata ventennale e potrà indebitarsi per 200 milioni. Quote di partecipazione: alla Regione solo il 33%, il resto a “investitori” privati. A questo si aggiunge il secondo fondo, con gli immobili degli ospedali (valore, Roberto Cotaun miliardo di euro). Il fondo durerà 25 anni e potrà indebitarsi per 350 milioni; alle aziende ospedaliere il 66%, il resto ai privati. Il fondo immobiliare sanitario, osserva sempre il “Fatto”, comprende pure gli immobili ospedalieri destinati all’attività di ricovero: «Cioè vengono tolte alle Aziende sanitarie le proprietà e l’ospedale dovrà pure pagare l’affitto al fondo». E a chi verrà affidata la gestione degli immobili? Probabilmente, a grosse società multi-utility, sulla scia della Grande Privatizzazione dei servizi pubblici italiani, costruiti e sviluppati attraverso decenni grazie allo strumento-chiave del debito pubblico positivo, garantito dalla sovranità monetaria della Repubblica. E non è neppure detto che con queste operazioni la Regione Piemonte riesca davvero a far cassa, aggiunge il “Fatto”, mentre è certo che seminerà indebitamenti e mutui per altri vent’anni. In pratica, una manovra disperata: sottoposto al ricatto finanziario, l’ente pubblico si vede costretto a regalare profitti al capitale privato. E attenzione: Torino è solo l’antipasto, se l’Italia e gli altri paesi dell’Eurozona non riusciranno a riscattare la propria libertà finanziaria, per prima cosa sfrattando – una volta per tutte – la classe politica di destra e di sinistra che si è piegata ai diktat dei poteri forti sacrificando i diritti sanciti dalla Costitizione su cui si è basata la rinascita democratica del paese.
http://www.libreidee.org/2012/12/italia-terzo-mondo-siamo-costretti-a-cedere-gli-ospedali/

tratto da 

Blizzard e tornado, Stati Uniti devastati dalla “Tempesta di Natale”: morti, feriti e blackout. I video

Blizzard e tornado, Stati Uniti devastati dalla “Tempesta di Natale”: morti, feriti e blackout. I video:
A neanche due mesi dall’uragano Sandy e una settimana dopo la “Tempesta dei Maya” che aveva colpito duramente nei giorni scorsi, gli Stati Uniti fanno di nuovo i conti con il maltempo più estremo. Proprio ieri, nel giorno di Natale, una violenta tempesta di neve e ghiaccio ha investito il settore meridionale del Paese, seminando danni dalla Louisiana all’Alabama e causando la morte di due persone in incidenti d’auto dovuti al maltempo. E adesso la tempesta si sta spostando verso la parte nord-orientale, causando notevoli problemi anche al traffico di vacanzieri natalizi. Numerosi i voli nazionali ritardati o cancellati. Nella notte italiana, un tornado ha colpito Mobile, una cittadina di circa 200mila persone in Alabama, dove ha danneggiato alberi, case e abbattuto linee elettriche. Tanti tornado anche in Mississippi, Texas e Louisiana. Oltre 100mila le persone rimaste senza luce elettrica in Texas, Arkansas, Oklahoma, Mississippi, Louisiana e Alabama. In Mississippi un tornado ha distrutto 12 abitazioni e causato il ferimento di 8 persone, nessuno pero’ in pericolo di vita. Un albero caduto su un camioncino a Houston ha causato la morte di un uomo. Le strade ghiacciate sono state la causa di un gigantesco tamponamento a catena a Oklahoma: 21 le auto coinvolte che hanno tenuto chiusa per cinque ore l’arteria principale della citta’. L’ufficio del governatore dell’Indiana ha diffuso l’allerta per invitare i “dipendenti non essenziali” che vivono in zone dove e’ stata dichiarata l’allerta neve a rimanersene a casa. La tempesta si sta infatti spostando nella zona dei Grandi Laghi e in quella nord-orientale; e’ attesa la neve con forti blizzard anche a Indianapolis che potrebbe registrare la nevicata piu’ intensa degli ultimi anni. Cancellati oltre 400 voli nazionali, la meta’ dei quali in entrata e uscita da Dallas.













link 

martedì 25 dicembre 2012

Il Linguaggio Universale dei Cerchi nel Grano

Il Linguaggio Universale dei Cerchi nel Grano:
















Un Linguaggio Universale in grado di richiamare e risvegliare, in modo più o meno inconscio, una conoscenza che già portiamo dentro.
Esiste un linguaggio universale il cui valore è stato sempre lo stesso fin dall’inizio dei tempi e per tutte le civiltà apparse sulla terra.
Tale linguaggio è valido non solo per gli abitanti del nostro pianeta, ma può essere compreso e interpretato anche da qualsiasi civiltà extraterrestre: si tratta del linguaggio dei Simboli.

http://silentobserver68.blogspot.com/2012/11/il-linguaggio-universale-dei-cerchi-nel.html

















Queste figure comparvero nei primi graffiti prodotti dall’uomo preistorico e appartengono al bagaglio di Archetipiinnati che ciascuno di noi possiede.
Del resto anche Carl Gustav Jung aveva teorizzato che il nostro inconscio contiene alla nascita delle informazioni innate, impersonali ed ereditarie che costituiscono l’ inconscio collettivo. Esso non ha niente a che fare con l'inconscio personale, il quale deriva, invece, direttamente dall'esperienza dell'individuo.
Chi crede all’origine extraterrestre della nostra razza umana, ipotizza che gli archetipi siano stati introdotti nei nostri geni proprio dai nostri creatori quando arricchirono le stringhe del DNA dell’Homo Erectus per trasformarlo in Sapiens.

Ma al di là dell’origine di questi archetipi, come si collegano ai cerchi nel grano?

http://silentobserver68.blogspot.com/2012/11/il-linguaggio-universale-dei-cerchi-nel.html
















E'semplice, i pittogrammi rappresenterebbero 
visivamente questi archetipi. Tra le figure comparse ricorrono infatti i simboli tipici della Geometria Sacra, cioè delle figure che hanno un insieme di rapporti e di formule che sono considerate una proiezione approssimativa del sacro e per questo ci permetterebbero di entrare in contatto con le emanazioni energetiche che vengono dal cosmo. All’interno della Geometria Sacra si colloca ad esempio la sequenza di Fibonacci, un rapporto numerico che è alla base di tutte le creature viventi e non viventi: si ritrova nelle proporzioni del corpo umano come nella struttura del DNA, nel fiore di girasole come nella spirale delle galassie. 
Tale sequenza, prima che la decodificasse nel XII secolo lo studioso Fibonacci, era già utilizzata nella geometria sacra di tutte le civiltà antiche! Una dei più chiari riferimenti allo schema di Fibonacci è la spirale apparsa a Stonehenge il 7 luglio 1996. 
Altro simbolo ricorrente è quello dei sette chakra. Secondo la tradizione induista, lungo la nostra colonna vertebrale, sono situati sette vortici di energia che, se attivati, ci connettono all’energia dell’universo e ci permettono di raggiungere un livello superiore di consapevolezza e persino di autoguarirci. Tra i cerchi nel grano che rappresentano i 7 chakra il più esplicito e sorprendente è quello apparso a Persey nel luglio del 2004.

http://silentobserver68.blogspot.com/2012/11/il-linguaggio-universale-dei-cerchi-nel.html
















Molti pittogrammi degli ultimi anni ci mostrano deifrattali, cioè dei modelli geometrici il cui aspetto globale è identico alla sua particella più infinitesimale. Con i frattali la matematica sembra supportare la moderna teoria dell’Universo olografico, secondo la quale, - proprio come in un ologramma proiettato col laser in cui ogni piccola parte, se isolata, riproduce esattamente l’immagine intera - , ogni individuo sarebbe una parte del Tutto e allo stesso tempo sarebbe anche il Tutto, o, se vogliamo dirla con altre parole, “è a immagine e somiglianza di Dio”.
In molti cerchi, infine, ricorrono disegni che si ricollegano al 2012. Ci sono ad esempio alcuni pittogrammi che riproducono esattamente il calendario Maya che profetizza la fine della nostra era per il dicembre 2012. Presso Avebury Manor, inoltre, il 15 luglio 2008 è comparso un cerchio nel grano che rappresenta il nostro sistema solare più un nuovo pianeta che ha un’orbita particolare: sarà forse Nibiru, “il pianeta degli Dei” di cui ci si aspetta il ritorno per il 2012...?

http://silentobserver68.blogspot.com/2012/11/il-linguaggio-universale-dei-cerchi-nel.html
















In sintesi, quindi, l’obiettivo dei simboli dei cerchi nel grano è ricordarci inconsciamente chi siamo, quali siano le leggi che regolano la vita e quale cambiamento epocale sia in atto.
Ma ribadiamo che la cosa più importante non è comprenderli in modo razionale, bensì “sentirli”, farli risuonare dentro di noi. Proprio in quanto archetipi, infatti, questi simboli sono in grado di richiamare e risvegliare, in modo più o meno inconscio, una conoscenza che già portiamo dentro.

http://silentobserver68.blogspot.it/2012/11/il-linguaggio-universale-dei-cerchi-nel.html

tratto da

domenica 23 dicembre 2012

Piogge alluvionali nel sud-ovest dell'Inghilterra rovinano il Natale

Piogge alluvionali nel sud-ovest dell'Inghilterra rovinano il Natale:
A causa delle piogge prolungate la Gran Bretagna si presenta alle alluvioni. La situazione è particolarmente critica al sud-ovest dell'Inghilterra e del Galles. Le autorità hanno allertato la popolazione che molte vie di comunicazione potrebbero essere danneggiate. C'è rischio di alluvioni anche in alcune zone della Scozia. Secondo i meteorologi le piogge continueranno anche nei prossimi giorni.
Le condizioni meteo avverse stanno mettendo in ginocchio la stagione degli acquisti natalizi gia' duramente falcidiata dalla crisi economica.Numerose imprese nel sud-ovest sono state inondate ed hanno subito gravi danni,le autorita' hanno consigliato alla popolazione di non mettersi in viaggio per le prossime ore visto il perdurare del maltempo.



link

Freddo record in Russia: allerta a Mosca, domattina attesi -30°C! Picchi di -50°C in Siberia, foto e video

Freddo record in Russia: allerta a Mosca, domattina attesi -30°C! Picchi di -50°C in Siberia, foto e video:
Non si placa l’ondata di gelo che da giorni attanaglia l’est Europa e soprattutto la Russia: a Mosca e dintorni le vittime sono salite ad 88, mentre la capitale moscovita e i dintorni si preparano ad affrontare i -30°C previsti per la notte tra domenica e lunedi. Il sindaco di Mosca ha autorizzato gli scolari a restare a casa lunedi. Nelle ultime 24 ore – riferisce l’agenzia pubblica Ria Novosti – il freddo ha ucciso 7 persone, tra cui un bambino, mentre 538 sono stati i ricoverati in ospedale. Le previsioni meteo indicano che nella prossima notte le temperature saranno inferiori a 30 gradi nella regione di Mosca e le colonnine di mercurio si attesteranno a -23°C nel centro storico della città.
Si tratta di temperature inferiori di almeno 12 gradi rispetto alla norma stagionale. Il grande freddo in genere si manifesta tra gennaio e febbraio. Martedì 25, il giorno di Natale, sulla capitale russa nevicherà intensamente!
Fa molto più freddo in Siberia, con -41°C a Novosibirsk, una delle principali città siberiane, o addirittura i -52°C raggiunti in più località della Yakuzia, nell’estremo Nord-Est. In posti come Sukhana e Ojmyakon, la notte si dorme poco perché in continuazione bisogna andare in strada a controllare le macchine tenute quasi permanentemente in moto. Tra un palazzo e l’altro vengono tesi dei cavi ai quali poi si aggrappano i pedoni per tenersi in piedi. E’ da oltre 80 anni che in Russia non si viveva un periodo così freddo nel mese di dicembre. E nei prossimi giorni il gelo non allenterà la presa… l’inverno è appena iniziato, e nell’estremo oriente promette brividi…



link

venerdì 21 dicembre 2012

Misteriosa spirale appare nei cieli di Ankara in Turchia

Misteriosa spirale appare nei cieli di Ankara in Turchia:
20 dicembre 2012 - Sembrerebbe una nuvola a forma di spirale quella che e' stata filmata da un videoamatore lo scorso 14 dicembre sui cieli di Ankara in Turchia.Secondo un testimone il cielo era sgombro di nuvole

e' questo rende il fenomeno ancora piu' interessante.Non e' chiaro se si possa essere trattato di qualche fenomeno di iridescenza o altro,naturalmente l'evento apre la strada a diverse interpretazioni tra le piu' estreme che possono andare dal fenomeno ufo al portale dimensionale.Non e dato di sapere quanto grande fosse l'oggetto ma sembrerebbe essere stato filmato ad almeno 2 km di distanza.

VIDEO


Tratto da

domenica 16 dicembre 2012

21 dicembre 2012, esperto teologo: “la bibbia non parla di distruzione, ma di trasformazione”

21 dicembre 2012, esperto teologo: “la bibbia non parla di distruzione, ma di trasformazione”:
”La fine del mondo non la possiamo prefigurare. Sicuramente, questo mondo è fragile, lo vediamo continuamente, anche dal punto di vista fisico e biologico, ma questo non vuol dire che ci sarà una distruzione catastrofica. Da quello che possiamo cogliere nella Scrittura, sarà una trasformazione in un mondo corrispondente al desiderio che Dio ha messo dentro di noi”. Con un’intervista a mons. Giacomo Canobbio, docente di teologia sistematica alla Facolta’ teologica dell’Italia settentrionale, la Radio Vaticana interviene oggi sulla presunta ”fine del mondo” prevista, secondo alcuni interpreti del calendario Maya, per il prossimo 21 dicembre. ”Mi sembra che queste notizie, che stimolano la curiosita’ di molte persone – dice lo studioso -, non solo non abbiano alcun fondamento, ma esprimano una specie di desiderio delle persone di dominare il tempo, di controllarlo, perche’ si accorgono che e’ l’unica cosa che non si riesce in alcun modo a dominare”. Sottolineando, anche in base alla lettura evangelica, che ”e’ un’illusione quella di poter fissare un momento per la fine del mondo”, il teologo spiega che ”la fine del mondo va pensata, invece, come il compimento di tutta la realta’ che Dio stesso vuole realizzare; e’ il compimento proprio perche’ non e’ dato, non ci appartiene, lo aspettiamo nella fiducia che quello che Dio dispone per noi non sia distruzione, ma sia piena realizzazione del desiderio di vita che tutti noi portiamo dentro”.

link

sabato 15 dicembre 2012

Misteriosa ondata di particelle protoniche sta bombardando la Terra

Misteriosa ondata di particelle protoniche sta bombardando la Terra:
14 Dicembre 2012 – Un’ondata misteriosa di protoni sta bombardando la Terra. I grafici del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) mostrano chiaramente un’impennata decisa di particelle subatomiche in aumento nella nostra atmosfera. Il Sole sembra non esserne il diretto responsabile. Da dove provengono?
 


Normalmente, queste impennate furiose di presenza di particelle nella nostra atmosfera, avvengono quando il Sole emette grandi brillamenti solari (flares), ma in questi ultimi giorni non ci sono stati “flares” di grandi proporzioni, tantomeno di piccole. La cosa curiosa è che il nostro Sole non ha emesso nemmeno delle espulsioni di massa coronale (CME) in direzione della Terra e in genere, certi improvvisi rialzi, vengono registrati anche quando il nostro pianeta viene investito da particelle emesse dalle CME, ma queste devono essere abbondanti e continue per creare un flusso così alto e immediato.
C’è stata un’enorme eruzione (500,000 km) sul versante nord-est del Sole e qualche nuova macchia solare che sta emergendo…ma tutto questo non spiega un rialzo così improvviso e anomalo di presenza di protoni. Questa anomalia sta causando addirittura delle radio interferenze nelle regioni polari.
Per adesso tutto questo non ha una spiegazione logica, sembra essere un evento non riconducibile al nostro Sole. Pare quasi che la Terra sia stata investita da particelle subatomiche di origine sconosciuta e tutto questo non è certo normale. Gli scienziati ci stanno raccontando proprio tutto sul nostro Sole? Potrebbero essere aumentati i venti solari…forse qualcosa ha cominciato ad influenzare il Sole?



 Un’altra spiegazione, per ora legata alla “fantascienza” (forse ancora per poco), è quella che…questi protoni possano in realtà appartenere ad una “nuova Stella” nelle vicinanze…che comincia a far sentire la propria presenza…interagendo con le reazioni termonucleari del Sole. Un Nana Bruna in avvicinamento? Una teoria un po’ azzardata che troverebbe però una spiegazione piuttosto logica. Oppure un’energia sconosciuta in arrivo dal centro della galassia? Si tratta solo di capire quanto questo fenomeno durerà e se aumenterà. Potrebbe anche essere un momento “particolare” che sta attraversando il nostro Sole, quindi destinato a finire in tempi brevi….sarebbe comunque una novità.
 Se qualche nuova “anomalia” dovesse far breccia nella nostra atmosfera…lo capiremo molto presto. Il cosmo potrebbe presto rivelarci una sorpresa…e non deve essere per forza un evento negativo…

 Scritto da Dan Keying

Fine dei tempi o fine del tempo?

Fine dei tempi o fine del tempo?:





















La fine del 2012 è additato come un possibile momento di grande cambiamento: per alcuni sarebbe la fine del mondo, per altri un momento di “ascensione” verso una dimensione più spirituale.

Il tempo, ha spiegato Albert Einstein grazie alla sua teoria della relatività,

non è qualcosa di costante, ma è relativo. In pratica, sebbene siamo abituati a considerare il tempo come qualcosa di fisso, esso è piuttosto qualcosa di elastico: se ad esempio qualcosa si muove ad una velocità prossima a quella della luce, il tempo per quel qualcosa rallenta. E viceversa: se un corpo rallenta, il tempo passa più velocemente.

Il “Punto Zero, bufala vs intuizione rivelatrice

Secondo il molto criticato ricercatore Gregg Braden questo è esattamente quello che sta accadendo. La rotazione della Terra starebbe secondo lui infatti rallentando, e quindi il tempo accelerando. Braden conforta le sue affermazioni citando la risonanza di Schumann, ovvero il campo magnetico terrestre composto da forze elettromagnetiche a bassa frequenza (ELF) che “rimbalzano” sulla ionosfera creando una frequenza. In termini meno scientifici è come se fosse il battito cardiaco terrestre. Quando fu scoperta alla fine degli anni ’50 essa la risonanza era di 7,8 Herz. Adesso, secondo Braden, si sarebbe quasi avvicinata a 13 Herz, facendo sì che una giornata di 24 ore sembri per noi durare solo 16 ore. Avremo quindi già perso un terzo della nostra giornata, senza che ce ne rendiamo conto. Braden continua affermando che la rotazione terrestre si fermerà nel suo moto rispetto al sole, guarda caso proprio il 21 dicembre 2012, e inizierà a ruotare nella direzione opposta, dopo che sarà avvenuta una inversione dei poli terrestri. Si tratterebbe di un fenomeno che gli scienziati conoscono come qualcosa che è accaduto sulla terra in passato, ma di cui non si capiscono esattamente le cause. Braden risponde che, essendo la terra un gigantesco magnete, se invertiamo la rotazione di un corpo ne invertiamo il campo magnetico. Il momento di “stop” della rotazione produrrebbe quello che Braden ha definito “Zero Point”, il punto “zero” del tempo, una specie di “reset” della griglia magnetica terrestre che avrebbe la possibilità di riformarsi, creando una sorta di nuova “Matrix” universale. Quel momento di “tempo zero” sarebbe quindi cruciale per poter ri-creare un mondo diverso, segnerebbe la fine di un vecchio paradigma e l’inizio di uno nuovo. Sebbene la teoria di Braden sia molto affascinante, non ha trovato riscontro unanime a livello della comunità scientifica, ma certamente ha attirato l’attenzione di milioni di persone sull’argomento, in quanto combacia anche con quella di molte profezie e tradizioni, come quella tolteca o maya.
Noosfera e noetica

L’evoluzionista gesuita Pierre Teilhard de Chardin ha teorizzato che la terra stia sviluppando quella che ha definito una sua “noosfera” , una specie di “coscienza collettiva” degli esseri umani che scaturisce dall’interazione fra le menti. La noosfera si sarebbe sviluppata con l’organizzazione e l’interazione degli esseri umani a mano a mano che essi hanno popolato la Terra. Più l’umanità si organizza in forma di reti sociali complesse, più la noosfera acquisisce consapevolezza. La noosfera, inoltre, starebbe espandendosi verso una crescente integrazione e unificazione che culminerà in quello che egli definisce Punto Omega, che costituisce il fine della storia, la fine del tempo. Suona familiare?
A corroborare le intuizioni di Teilhard de Chardin è arrivata una scienza moderna, quella della noetica, a cui ha contribuito lo sviluppo anche
 un noto maestro spirituale indiano di Advaita Vedanta, Ramesh Balsekar, ex presidente di Bank of India, che ha dedicato gli ultimi annia della sua vita alla condivisione spirituale. Il pensiero di Balsekar in una riga è che: “Tutto quello che esiste è Coscienza”, che non esiste un sé separato nelle varie forme viventi, ma ci sarebbe un unico Sé a vivere attraverso di esse. In pratica, ci sarebbe dunque una sola Mente, come l’avrebbe chiamata Buddha, che non sarebbe personale e non sarebbe separata dall’Universo ma sarebbe Uno con esso. L’Istituto di Scienze Noetiche è stato fondato nel 1973 dall’astronauta dell’Apollo 14 Edgar Mitchell, con lo scopo di supportare la trasformazione individuale e collettiva attraverso la ricerca sulla coscienza umana e le sue relazioni con la materia. Secondo il ricercatore Dean Radin, decano dell’Istituto di Noetica, mente e materia si influenzano reciprocamente: la Matrix di Braden e la Noosfera di Teilhard de Chardin acquisirebbero un senso interessante nella tematica di una fine dei tempi o convergenza verso un momento critico di risveglio del pianeta stesso.

Un Unico Essere

“Siamo rimasti scioccati nell’apprendere, all’alba del ventesimo secolo, che la materia e l’energia erano essenzialmente la stessa cosa”, dice Radin. “E se all’alba del ventunesimo secolo facessimo la scoperta ugualmente scioccante che la mente e la materia sono essenzialmente la stessa cosa?”.
All’interno della ricerca “Progetto Consapevolezza Globale” (GCP), a cui partecipano 75 scienziati tra cui Roger Nelson, psicologo della Princeton University, eventi di scala globale possono far convergere le menti individuali, fondendo le nostre coscienze separate in un insieme unificato e coerente che influenza la materia.
“Se un gruppo di menti individuali sono allineate, quell’allineamento dovrebbe propagarsi in tutto l’universo, come onde in un lago”, afferma Radin che spiega come lui e i suoi colleghi cerchino queste onde con dei dispositivi chiamati “generatori di numeri casuali”. Gli scienziati sono alla ricerca di coerenza, ovvero di mutamenti nella stessa direzione di tutti i dispositivi durante importanti eventi mondiali.
L’11 settembre, poche ore prima dell’attacco al World Trade Center, ci fu un picco anomalo nei trentasette generatori di numeri casuali monitorati in quel momento. “Si ebbe una crescita uniforme, tra tutti i dispositivi, in quello che gli studiosi di statistica definiscono uno «scostamento»”, dice Radin. “Immagina ogni dispositivo come una piccola campana che tintinni. Se tutte le campane stanno tintinnando allo stesso modo nello stesso tempo, quello che senti è il suono di un’unica, grande campana”. Quella mattina in coincidenza con l’attentato alle torri gemelle “la campana stava suonando in modo davvero fragoroso, un evento che aveva una probabilità di verificarsi pari a uno su quattromila”. Un caso oppure una sincronicità?
Anche se le anomalie sono autentiche, nessuno sa cosa significhino. La mente influenza la materia? La materia influenza la mente? O il burattinaio è una terza forza sconosciuta? Cosa riserva il futuro? Radin sta studiando la mente che trascende il tempo e lo spazio. Nei precedenti esperimenti di laboratorio sulla precognizione, ha scoperto che la gente sembra sapere quando sta per vedere delle foto sconvolgenti: prima che una persona veda una foto provocatoria, selezionata a caso da un computer, l’attività elettrica della sua pelle aumenta. E il 21 dicembre del 2012 che tipo di convergenza sembra indicare? Se digiti la fatidica data su Google, il riferimento compare ben, 2,3 miliardi di volte e cresce ogni giorno. Se stiamo con quello che afferma la noetica, qualcosa potrebbe accadere, perché la convergenza del pensiero è su quella data e/o viceversa.

Profezie
Un lama tibetano, conosciuto come l’oracolo di Shamballah del monastero Gyandrek Kailas, ha inviato una lettera alla NASA, prevedendo per il 21 dicembre circa due settimane di apocalisse, a cui gli esseri umani sopravviveranno per la maggior parte, ma che creerà serie conseguenze per diversi mesi.
“Verrà il buio”, ha affermato il lama, “La Terra sta attraversando la linea zero nella nostra galassia entrando in quella fase in cui non verra’ emessa alcuna risorsa energetica”. Tre giorni e tre notti di buio, senza nessun campo elettromagnetico funzionante profetizza l’oracolo, aggiungendo che alcuni avranno l’impressione che i morti staranno risorgendo dalle loro tombe, e molte persone potrebbero impazzire per lo shock. Circa il 10% dell’umanità potrebbe morire. Dopo questo periodo di crisi, in cui potrebbero avvenire anche forti terremoti, il sole riapparirà e nel giro di pochi mesi un mondo nuovo sorgerà, più in linea con una crescita spirituale. Naturalmente la NASA ha ignorato la lettera dell’oracolo come una totale sciocchezza. C’è però chi trova nelle parole del lama un raffronto interessante con qualcosa di cui gli scienziati stessi sono rimasti stupiti.

Magnetismo terrestre e venti solari

Il campo magnetico della Terra è diminuito, una diminuzione iniziata 2000 anni fa e che è divenuta particolarmente anomala negli ultimi 20 anni.
Le cinque sonde THEMIS della NASA hanno scoperto un’apertura nel campo magnetico della Terra, dieci volte più grande di quanto mai si sia pensato possibile. Quando questo accade, il vento solare può passare attraverso l’apertura per “caricare” la magnetosfera e produrre potenti tempeste geomagnetiche.
La grande scoperta è arrivata il 3 Giugno 2007, quando le cinque sonde hanno volato attraverso l’apertura che si apriva. I sensori hanno registrato un torrente di vento solare in direzione della magnetosfera, segnalando un evento di dimensione e importanza inaspettata.
Quando i ricercatori hanno investigato nel campo magnetico, hanno scoperto che passava una quantità 20 volte maggiore di vento solare nello schermo protettivo della Terra, quando i campi magnetici erano allineati.
Questo significa che l’impatto delle flares solari o tempeste solari sono venti volte più forti quando le linee magnetiche sono allineate. I campi magnetici della Terra e del Sole saranno in sincronia col picco del ciclo solare, atteso per il 2012.


Secondo uno studio del Dr.Mike Lockwood presso i Laboratori Nazionali Rutherford Appleton della California, dal 1901 il campo magnetico generale del Sole si è rinforzato del 230%. Parte dell’attività delle macchie solari dell’ultimo ciclo è stata più grande che mai nella storia.

















La NASA ha studiato da vicino di recente il fenomeno per

comprendere se una maxi-tempesta potrebbe a breve scaraventarsi sul pianeta. E’ già accaduto: nel 1859 una “tempesta perfetta” mise al buio il Nord America, ma erano gli albori dell’era elettrica. Secondo un famoso articolo pubblicato dalla NASA se questo scenario dovesse ripetersi oggi metterebbe k.o. il sistema di telecomunicazioni, satelliti e distruggerebbe generatori e trasformatori di elettricità. Lo scenario disegnato dalla NASA è che occorrerebbero almeno tre anni per riportare la situazione alla normalità. Uno studio della MetaTech Corporation ha rivelato che un impatto simile a quello del 1859 danneggerebbe l’intera rete elettrica nel Nord America. Basti pensare che una tempesta magnetica relativamente debole come quella del 1989, provocata dall’attività solare, ha causato un danno tale all’impianto idro-elettrico Canadese che ha lasciato senza elettricità 6 milioni di persone negli USA e nel Canada per nove ore.
Tali black-out così diffusi, benchè di rara possiiblità, influenzerebbero altri sistemi vitali.
“Verrebbe sentito l’impatto su infrastrutture indipendenti come, per esempio, in poche ore la distribuzione di acqua potabile; di cibo e medicine in 12-24 ore, una immediata o eventuale perdita di condizionamento per aria calda o fredda, di servizi telefonici, nei trasporti, nei rifornimenti di carburante e così via,” afferma il rapporto.
Questi problemi richiederebbero mesi per essere risolti, dicono i ricercatori o anche di più. Le banche potrebbero chiudere e i mercati con altri paesi dovrebbero fermarsi. “I servizi di emergenza sarebbero colpiti e si potrebbe perdere il comando e il controllo,” scrivono i ricercatori, guidati da Daniel Baker, direttore del Laboratorio di Fisica Spaziale e Atmosferica dell’Università del Colorado in Boulder.
Decisamente uno scenario da apocalisse, che non scomoda nessuna resurrezione dei morti, né discesa aliena. Che accada nel 2012 o meno gli scienziati guardano con timore al momento la nostra stella.

Sole e tempo

L’attività solare più intensa sul nostro pianeta potrebbe dunque avere un effetto catastrofico sulla tecnologia, creando uno scenario da fine del tempo, ma ancora più particolare sulla materia e indirettamente sul tempo stesso. In pratica alcuni scienziati della Stanford University hanno scoperto un legame insolito tra brillamenti solari e la variazione della costante di decadimento degli elementi radioattivi sulla Terra. Le tempeste solari farebbero cambiare la velocità in cui gli isotopi decadono. C’è la possibilità che questo effetto inaspettato sia causato da una particella sconosciuta emessa dal sole, forse i neutrini solari, particelle veloci quasi quanto la luce e che possono attraversare il mondo fisico, ovvero gli esseri umani, rocce, oceani e pianeti praticamente senza interazione.
Per capire perché questa variazione sia tanto importante bisogna ricordare che finora il decadimento degli isotopi radioattivi è stato visto come costante, al punto che il Cesio 137 è stato usato per calibrare gli orologi atomici e i calcolatori. Il fatto che il sole possa far variare quell’esatto scadere degli isotopi non è una cosa da poco quindi, sebbene all’uomo comune possa sembrare un’inezia. Se infatti il tempo non è più una costante fissa, ma una proprietà intrinseca della materia, questo ha una implicazione profonda a livello scientifico, e non solo. Significa che il tempo di fatto è solo una categoria cognitiva che varia nell’esperienza, ma non esiste come assoluto. Il tempo insomma non esiste in quanto fattore indipendente, ma solo dipendente dalle esperienze.

Senza tempo in una nuova dimensione

Nelle discipline e filosofie orientali che il tempo sia solo un concetto è qualcosa di riconosciuto. L’unica cosa ritenuta reale nelle antiche scritture Veda è ciò che non cambia mai, che è permanente e eterno, ovvero il Sé che vive attraverso ogni forma. Tempo e spazio sarebbero invece solo parte di un’illusione o leela che il Sé stesso sperimenta attraverso la forma umana. Il vero Io di ciascuno di noi sarebbe l’Eterno stesso, mentre il gioco del tempo e dello spazio solo una esperienza percettiva, che varia a seconda delle varie forme.
Un’interessante intuizione è circolata negli ultimi mesi sulla Rete, relativa al carbonio 7, un isotopo del carbonio 12 che costituisce la gran parte della materia sul pianeta e la base stessa della nostra biologia. In base a questa ipotesi l’incremento dell’attività solare starebbe per trasformare la materia stessa, portandola ad una nuova vibrazione o una nuova dimensione, trasmutando il carbonio 12 in carbonio 7. Se tempo e spazio rappresentano le nostre quattro dimensioni e coordinate, ci staremmo avviando verso una quinta dimensione, che alcuni maestri spirituali fanno coincidere proprio con quel Sé Eterno.
“Forse questo salto quantico non accadrà; ma in un certo senso non importa, in quanto se c’è la volontà, la prontezza ad abbracciare qualunque cosa la vita porti in ogni e ciascun momento della giornata questo sarà in se stesso un fare un passo verso l’ignoto e un lasciare andare lo ieri, sarà un distacco dal passato. In questo modo si è già in una nuova dimensione e la Vita può e potrà muoversi in un modo magico e senza limitazioni, senza paura”. dice Avasa, maestro di Advaita che da anni condivide il suo messaggio in tutto il mondo in un messaggio pubblicato sul sito Dioni.
Avasa prosegue dicendo che non è necessario aspettare un’altra giornata o persino un nuovo momento per ciò che le predizioni promettono che sta per venire, perché se si è aperti e volenterosi a ricevere il nuovo, allora il salto è già accaduto, e ciò che è promesso da un mondo governato dal carbonio sette in un momento del futuro, sarà scoperto esser qualcosa che era già qui da sempre. “In questo modo un’altra dimensione sarà solo un’altra esperienza, un altro nuovo giorno come tutti quelli di cui hai già fatto esperienza”, continua Avasa. “Fidati e lascia andare, semplicemente salta senza vedere se o dove atterrerai: in questa caduta libera e sarai libero, libero da quel te di ieri. La vera libertà è libertà dal concetto di essere un qualcuno. Questa realizzazione che non si è una persona E’ la nuova dimensione”.
Il cambiamento allora che il 21 dicembre sembra voler portare non ha allora bisogno forse di un futuro per avvenire, ma è già disponibile adesso. Basta essere aperti.
Palombella

venerdì 14 dicembre 2012

Il ciclone Evan devasta le isole Samoa: 2 morti, bambini dispersi e arcipelago devastato. Le foto del disastro

Il ciclone Evan devasta le isole Samoa: 2 morti, bambini dispersi e arcipelago devastato. Le foto del disastro:
Almeno due persone sono rimaste uccise nello stato-arcipelago di Samoa nel Pacifico, colpito dal ciclone Evan, e diverse altre risultano disperse, fra cui un gruppo di bambini trascinati via da un fiume in piena. Il ciclone, descritto da testimoni come il piu’ violento in decenni, ha colpito le isole giovedi’ pomeriggio, sradicando alberi, abbattendo linee elettriche e causando inondazioni che hanno sommerso anche il centro della capitale Apia e diversi luoghi di villeggiatura. Il governo ha decretato lo stato di disastro nazionale. ”L’elettricita’ e’ interrotta in tutto il Paese e potra’ non tornare per almeno due settimane.
La principale centrale elettrica di Tanugamanono e’ completamente distrutta”, ha detto una portavoce dell’Ufficio gestione disastri. ”Ospedali e altri servizi essenziali usano generatori stand-by, le forniture d’acqua sono interrotte e la maggior parte delle strade sono intralciate da alberi e da pali della luce caduti. Centinaia di persone languono in centri di evacuazione”, ha aggiunto. Secondo il servizio meteorologico, il ciclone si distingue per la natura imprevedibile, e i venti previsti non danno alcuna indicazione di quanto forte puo’ essere l’impatto. Dopo essersi diretto verso il largo, il ciclone ha cambiato direzione e minaccia nuovamente Apia, e si teme che possa intensificarsi a categoria cinque e minacciare anche Tonga e poi le Figi.

link

giovedì 13 dicembre 2012

Anomali bagliori notturni avvistati in mezza Italia!

Anomali bagliori notturni avvistati in mezza Italia!:
12 dicembre 2012 - - E' da qualche giorno che in diverse regioni italiane vengono avvistati misteriosi bagliori notturni.Il fenomeno sembra che si sia ripetuto per piu' giorni. Su diversi forum della rete pullulano le segnalazioni dall'Emilia al Veneto dalla Toscana fino alla Puglia.Alcuni stanno collegando l'evento con lo sciame meteorico delle Geminidi che proprio in queste notti vedra' il suo picco.La particolarita' e che questi lampi notturni sono stati avvistati a ciel sereno e sembravano imperversare per diverse ore.Alcuni portali locali hanno riportato la notizia ridicolizzando l'accaduto come frutto di fenomeni paranormali.
link

21 dicembre 2012: in Cina si scatena il panico per l’imminente “fine del mondo”, Paese nel caos!

21 dicembre 2012: in Cina si scatena il panico per l’imminente “fine del mondo”, Paese nel caos!:
In Cina migliaia di persone hanno preso sul serio la profezia che alcuni hanno ricavato dalle scritture maya, secondo la quale la fine del mondo avverra’ tra pochi giorni. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina, secondo la quale in alcune zone del Sichuan (sudovest) i negozi hanno esaurito le scorte di candele e fiammiferi. La notizia si e’ diffusa rapidamente in tutto il Paese attraverso i cosiddetti ”microblog” che usano Internet per inviare brevi messaggi sul tipo di quelli di Twitter (che in Cina e’ bloccato dalla censura). La ”profezia” e’ stata ”negli ultimi giorni” tra i dieci temi piu’ discussi, aggiunge l’ agenzia. Nuova Cina riferisce di comportamenti al limite della follia, come quello di una donna della provincia meridionale del Jiangsu che ha messo sul suo appartamento del valore di tre milioni di yuan un’ ipoteca di poco di un milione, affermando di voler regalare la somma ai poveri e ”morire felice” insieme al marito. Il marito stesso l’ avrebbe convinta a desistere dall’ impresa.
Un fantasioso ”imprenditore” di Yiwu, una citta’ industriale del sud, avrebbe invece approfittato del panico da fine del mondo per vendere una quindicina di esemplari di un rifugio d’ acciaio a forma di palla che ha chiamato ”Arca di Noe”’ a cifre che vanno dai 100 ai 600mila euro. In alcune regioni, come le citta’ di Xian, Hefei, Guangzhou e Shanghai si e’ registrato un numero record di matrimoni, anche questi ispirati dalla fretta di congiungersi al partner amato prima della fine del mondo. Per smentire le voci terroristiche, Nuova Cina chiarisce che ”archeologi e altri scienziati” hanno affermato ”molte volte” che non ci sono ragioni per attribuire credibilita’ alla ”profezia dei maya”. Inoltre, cita lo scrittore di fantascienza Wang Jinkang, secondo il quale ”invece di ascoltare queste voci senza fondamento”, la gente farebbe meglio a preoccuparsi delle minacce vere, come i disastri che potrebbero essere provocati dal surriscaldamento del Pianeta e dalla crescente scarsita’ d’ acqua. ”Il sole sorgera’ anche il 21 dicembre” assicura infine l ‘astronomo Wang Sichao dell’ Osservatorio della Montagna Viola di Nanchino, ”tutte queste reazioni dimostrano la coscienza della precarieta’ dell’ esistenza umana…ma non poggiano su basi scientifiche”.

link

martedì 11 dicembre 2012

Medveded conferma quanto detto "fuori onda": gli alieni sono tra noi!

Medveded conferma quanto detto "fuori onda": gli alieni sono tra noi!:

Dopo le ultime dichiarazioni di Medvedev rilasciate "fuori onda" in cui si sostiene che non solo i russi sanno dell'esistenza di alieni con basi sulla terra, ma che addirittura nella valigetta che contiene i codici di lancio dei missili nucleari, vi siano due cartellette che descrivono dettagliatamente dove sono collocati gli alieni nel territorio russo. Queste cartellette vengono passate da un presidente all'altro.
Riportiamo l'intervista col testo esatto delle dichiarazioni di un "ex" presidente russo (quindi attendibili).
Abbiamo trovato anche un filmato dove si vede chiaramente che le dichiarazioni "fuori onda" ...tali non sono state, in quanto se è pur vero che la prima telecamera fissa aveva abbandonato l'immagine di Medvedev, un'altra tenuta in spalla lo inquadrava da vicino in una posizione che non poteva non essere notato dall'ex-presidente russo....e le dichiarazioni le ha rilasciate rispondendo a precise domande di un'intervistatrice. Ad ognuno di voi farsi un giudizio di quanto è accaduto.

INTERVISTATRICE: "C'e' in giro l'opinione che su alcuni avvenimenti esistano dei "dossier" molto voluminosi con sopra scritto "SEGRETISSIMO", e che la' siano racchiusi tutti i segreti del mondo, e che Voi sappiate assolutamente tutto. Per esempio, se sono o no venuti sulla Terra degli extraterrestri, i cosiddetti "omini verdi". PRESIDENTE MEDVEDEV: "Dunque, lo dico a lei per la prima e ultima volta. Insieme alla "valigetta con i codici nucleari", al presidente della Nazione (si intende la Russia, n.d.t.) viene portata una speciale cartella, su cui è scritto "SEGRETISSIMO". Questa cartella è interamente dedicata agli extraterrestri che hanno visitato il nostro pianeta. Nello stesso tempo viene trasmessa una RELAZIONE assolutamente riservata dal reparto dei Servizi Segreti che si occupa della presenza degli extraterrestri sul territorio del nostro Paese. Queste due cartelle di documenti vengono consegnate assieme alla "valigetta nucleare". A mandato terminato, tali cartelle vengono conseguentemente passate al nuovo presidente. Un' informazione più precisa su tale questione la potete avere guardando il noto film-documentario "The Men in Black" - ce ne sono diverse versioni". A) INTERVISTATRICE : "Quanti sono tra di noi gli extraterrestri?" PRESIDENTE MEDVEDEV: "Quanti sono tra di noi non lo posso dire, in quanto ciò potrebbe destare il panico".]

http://www.antikitera.net/news.asp?id=12184&T=5

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Tifone Bopha: 714 morti, 880 dispersi e 1.900 feriti nelle Filippine, catastrofe di proporzioni immani

Tifone Bopha: 714 morti, 880 dispersi e 1.900 feriti nelle Filippine, catastrofe di proporzioni immani:
Il bilancio delle morti causate da Bopha, il tifone piu’ forte di quest’anno nelle Filippine, ha superato ormai quota 700: lo hanno precisato oggi le autorita’, precisando che centinaia di persone, in particolare pescatori, sono ancora disperse. Bopha, che ha attraversato il sud dell’arcipelago nella notte tra martedi’ e mercoledi’, la settimana scorsa, ha fatto almeno 714 morti, la maggior parte sull’isola di Mindanao, secondo la Protezione civile. Risultano ancora disperse 880 persone; tra loro, 313 pescatori usciti in mare a General Santos prima del tifone e mai piu’ tornati. Ci sono poi 257 corpi recuperati ma non ancora identificati. L’ Onu ha lanciato un appello per aiuti internazionali da cui spera si possano ricavare 65 milioni di dollari a sostegno degli sfollati. Bopha e’ il tifone che ha lasciato piu’ morti nelle Filippine dopo Washi, che aveva causato il decesso di 1.200 persone nel dicembre 2011, in particolare nel nord di Mindanao


giovedì 6 dicembre 2012

Nuovo video mostra enorme UFO sulle Hawaii

Nuovo video mostra enorme UFO sulle Hawaii:

Il video che vi presentiamo è stato registrato il 3 Dicembre 2012 da due diverse angolazioni e mostra quello che sembra essere un enorme UFO composto da svariate luci. IL fatto è accaduto nella località di Hilo Big Island, il più importante centro abitato delle isole Hawaii dove molte persone hanno assitito all’avvistamento di questo enorme oggetto. Gira voce, ma di questo si dovrebbe avere conferma, che il velivolo misterioso emetteva dei suoni, ovvero…una musica molto ambient mentre sorvolava a bassa quota l’isola.



Ovviamente la musica che ascolterete nel video della registrazione dell’Ufo non a nulla a che vedere con l’emissione o trasmissione di musica ambient da parte dei piloti alieni. Beh..comunque molti contattisti affermano che gli extraterrestri amano la musica, come nel film Incontri Ravvicinati del terzo Tipo.


link

Misteriosi “pilastri di luce” fanno la loro comparsa in tutto il mondo. Il video

Misteriosi “pilastri di luce” fanno la loro comparsa in tutto il mondo. Il video:
Le immagini che vi presentiamo provengono da tutto il mondo e riguardano misteriosi fasci o pilastri di luce che durante la notte illuminano interi paesaggi. Il fenomeno dei “pilastri di luce” è solitamente visibile solo quando la sorgente luminosa è quasi all’orizzonte.



Colonne di luce sono state a volte scambiate per UFO e per la produzione di falsi avvistamenti UFO. A Niagara Falls è una di queste aree, dove la nebbia che proviene dalle cascate del Niagara,  fa sì che il fenomeno appaia frequentemente durante i mesi invernali, in cui i cristalli di ghiaccio interagiscono con la città, e i molti fari che illuminano, essendo rivolti verso l’alto, creano importanti pilastri di luce. Alcuni scienziati ammettono che questi fasci di luce, possono essere scambiati per le Aurore Boreali.


fonte: ADG

Tratto da

mercoledì 5 dicembre 2012

Apocalisse nelle Filippine per il tifone Bopha: centinaia di morti, foto e video della catastrofe

Apocalisse nelle Filippine per il tifone Bopha: centinaia di morti, foto e video della catastrofe:

Con il tifone Bopha ormai in uscita dall’arcipelago delle Filippine, il bilancio delle vittime del suo distruttivo passaggio e’ oggi salito bruscamente: 283 quelle del provvisorio conteggio ufficiale, con altri centinaia di dispersi a causa delle valanghe di fango causate dalle piogge torrenziali che hanno colpito l’isola meridionale di Mindanao, nel piu’ grave disastro naturale di quest’anno nel Paese. La maggior parte delle vittime e’ concentrata nelle aree rurali di Mindanao. La provincia che ha maggiormente sofferto l’impatto di Bopha e’ Compostela Valley, dove smottamenti e allagamenti hanno travolto edifici, piantagioni e scuole: 151 i morti. Nell’incidente piu’ grave, due centri per gli sfollati sono stati distrutti dalle acque nella citta’ di New Bataan, dove le devastazioni prodotte dal mare di fango hanno causato 142 vittime.
”Le inondazioni sono arrivate all’improvviso e inaspettatamente, e i venti erano fortissimi”, ha detto il governatore Arthur Uy, spiegando come alcuni bacini acquiferi per l’irrigazione abbiano tracimato, alimentando le inondazioni. ”Intere famiglie sono state spazzate via”, ha dichiarato il ministro degli interni Manuel Roxas, aggiungendo che alcuni corpi sono stati ritrovati a 10 km di distanza. Alcune delle zone piu’ gravemente colpite non sono ancora state raggiunte dai soccorritori a causa dei pesanti danni alle infrastrutture, che rendono necessari soccorsi con gli elicotteri dell’esercito. In diverse aree le linee elettriche non sono ancora state ristabilite, impedendo le comunicazioni. Mentre oggi Bopha ha scaricato piogge torrenziali sull’isola occidentale di Palawan, senza causare vittime, il timore delle autorita’ e’ che nelle zone piu’ colpite si diffondano epidemie, dato il caldo tropicale – oggi a Mindanao e’ tornato il sole – e l’impossibilita’ di seppellire velocemente le vittime: al momento, decine di cadaveri rinvenuti dal fango sono stati allineati e coperti solo da foglie di banano. Nonostante l’aggravarsi del bilancio, secondo gli esperti il numero delle vittime sarebbe potuto essere di molto maggiore, se le autorita’ questa volta non avessero preso precauzioni come l’evacuazione preventiva di 170 mila persone. Lo scorso dicembre, il tifone Washi – di intensita’ minore rispetto a Bopha, il piu’ devastante del 2012 – causo’ 1.500 morti seguendo un percorso simile. Ogni anno le Filippine sono interessate da una ventina di tempeste tropicali.











link

Tifone Bopha, quasi 300 i morti accertati nel sud delle Filippine: è un disastro struggente

Tifone Bopha, quasi 300 i morti accertati nel sud delle Filippine: è un disastro struggente:
E’ salito a quasi 300 morti e rischia di crescere ancora il tragico bilancio del passaggio del tifone Bopha sulle Filippine meridionali. Secondo l’ultimo bilancio delle autorita’, i morti accertati sono 274, i feriti 339 e i dispersi circa 300. Il maggior numero di vittime si registra nella valle di Compostela della provincia di Davao, sull’isola di Mindanao. “Intere famiglie sono state spazzate via”, ha detto il ministro degli Interni Mar Roxas, dopo aver visitato l’area colpita. L’azione di soccorso di polizia, soldati e funzionari dei villaggi e’ ritardata dalla difficolta’ di mandare l’equipaggiamento necessario, dato che le strade sono inagibili, ha spiegato Roxas. Lorenzo Balbin, sindaco della citta’ di New Bataan, nella valle di Compostela, ha raccontato alla radio di un’ondata di pioggia fortissima, con sassi, alberi e fango scesi giu’ dalle montagne. La televisione ha mostrato le immagini di una scuola, una chiesa e le strade di New Batan sepolte dal fango. Secondo l’agenzia locale per la protezione civile, sono 179mila le persone che vengono ora assistite nei centri di ricovero, ma il loro numero continua a crescere. “Il sole e’ tornato, ma la gente chiede cibo, vestiti e rifugio”, ha detto il capo della protezione civile, Benito Ramos.


martedì 4 dicembre 2012

Il tifone Bopha devasta l’isola di Mindanao, decine di morti nel sud delle Filippine

Il tifone Bopha devasta l’isola di Mindanao, decine di morti nel sud delle Filippine:
E’ salito ad almeno 52 morti, il bilancio del tifone Bopha, il più violento dell’anno, nelle Filippine. La tv locale Abs-Cbn ha riferito di 43 morti nella città meridionale di New Bataan, nella provincia di Compostela Valley (Davao), che si trovava proprio lungo il percorso del tifone che viaggiava a 210 chilometri orari, mentre all’alba sono state colpite le coste orientali e dell’isola di Mindanao (la seconda maggiore isola dell’arcipelago). L’esercito ha riferito che uno smottamento di terreno ha distrutto una base militare nell’area montagnosa della città, mentre – secondo le autorità locali – un camion carico di soldati e civili è stato spazzato via da un’inondazione improvvisa. Manila non ha confermato il bilancio fornito dalla tv locale, sottolineando che i soccorritori stanno avendo problemi a raggiungere la città. Secondo le autorità, ci sono nove morti confermati, tutti, eccetto uno, registrati sull’isola di Mindanao, nel sud del paese.

lunedì 3 dicembre 2012

“Gli Ufo esistono, è un dato di fatto ormai acclarato ed incontrovertibile”: parola di esperto

“Gli Ufo esistono, è un dato di fatto ormai acclarato ed incontrovertibile”: parola di esperto:
Il dr. Angelo Carannante, Presidente del Centro Ufologico Mediterraneo (C.UFO.M.), ha voluto stamani esternare alcune considerazioni in merito all’articolo dal titolo “Gli ufo non esistono” apparso sul sito “Varese News” il 30/11/2012. “Se veramente – afferma Carannantele parole relative ad una presunta inesistenza degli ufo sono state pronunciate dal prof. Giovanni Brignami, illustre scienziato, puntualizzo che in Italia  siamo alle solite. Posso essere senz’altro d’accordo sull’affermazione che prove risolutive di una natura aliena del fenomeno ufo, allo stato attuale degli studi, non ne esistono, come pure prove sicure sulla funzione dell’Area 51 sicuramente latitano. Ma da qui a negare il fenomeno ufo, che spesso mostra una chiara matrice intelligente, ce ne vuole. Che gli ufo esistano è un dato di fatto oramai acclarato ed incontrovertibile. Lo affermano anche autorevoli scienziati. Semmai, la discussione da intavolare, riguarda la loro origine e/o provenienza. In merito alle affermazioni fideistiche ed indiscutibili, ci andrei piano. Bisognerebbe prima di tutto prendere le distanze da tante dichiarazioni di improbabili contattisti che sostengono di aver vissuto esperienze “aliene” senza nulla poter provare. Si pensi che, su centinaia di casi indagati dal mio centro ufologico, non abbiamo una sola prova di incontri ravvicinati del terzo tipo (vale a dire con alieni): quindi nessn riscontro oggettivo. Con questo, non mi sento di negare il fenomeno di incontri con extraterrestri, ma rimprovero alla scienza cosiddetta “accademica” di non essersi mai degnata di studiare questi casi sicuramente degni della massima considerazione. Diciamo che non conosciamo la logica ed il modo di operare di eventuali visitatori da altrove. Non dobbiamo necessariamente aspettarci che atterrino in pompa magna nel giardino della Casa Bianca oppure in Piazza San Pietro. Altra cosa è discorrere di oggetti volanti non identificati che vediamo con i nostri occhi e, nell’odierna era digitale, spessissimo filmati. Ebbene, ogni anno annoveriamo migliaia e migliaia di avvistamenti. Vi sono testimoni, immagini, spesso anche tracciati radar, ecc. Figuratevi che contro di essi alcune volte è stata scatenata una vera e propria battaglia, come nel caso del disco volante di Los Angeles del 1942.  Altre volte, come nella clamorosa ondata belga fine anni ’80 inizi ’90, un velivolo misterioso stazionò in aria dando bella mostra di sé davanti ad una moltitudine di persone: appena si alzarono dei caccia per intercettarlo, si dileguò ad una velocità straordinaria ed “inumana”. Il fenomeno ufo è reale. E’ vero che la stragrande maggioranza sono spiegabili. Ma è altrettanto vero che c’è uno zoccolo duro che resiste ad ogni tentativo di razionalizzazione. Basta un solo caso che non sia spiegabile, e vi assicuro che ce ne sono moltissimi, perché i cosiddetti “dischi volanti” siano da considerare un qualcosa degno di essere studiato senza paraocchi e preconcetti. La scienza è apertura mentale e porsi di fronte all’inspiegabile con atteggiamento umile e di curiosità, non l’ arroccarsi in posizioni, preconcette, a prescindere, scientiste o peggio ancora di derisione. Del resto se il progetto Blue Book (che fu l’ultimo di una serie di studi sistematici condotti dall’ militare statunitense (USAF), tra il 1947 e il 1969, sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati nel territorio statunitense e in buona parte delle Americhe e dell’Europa) accertò che su 12618 casi di avvistamento, ben 701 (poco più del 5%) rimasero classificati come “non identificati”, deve pur significare qualcosa“.


domenica 2 dicembre 2012

Isteria della fine del mondo, si temono suicidi di massa!

Isteria della fine del mondo, si temono suicidi di massa!:
Gli astronomi temono il lato oscuro di voci apocalittiche. Gli scienziati della NASA si interessano, e non per la prima volta, all’apocalisse Maya perché temono che gli adolescenti spaventati potrebbero suicidarsi in massa. Almeno quelli più fragili, vicini a conrrenti new age estreme e guru poco raccomandabili.

“Ci sono letteralmente milioni di persone che hanno paura – che pensano che il mondo finirà“, ha detto David Morrison , un astrobiologo della NASA Ames Research Center. Una voce particolarmente pervasiva riguarda un pianeta fittizio, che i Sumeri avrebbero presumibilmente scoperto, chiamato Nibiru. Sulla sua attuale orbita è previsto uno scontro con la Terra il 21 dicembre 2012, solstizio d’inverno di quest’anno. Alcune persone sono così preoccupate per l’apocalisse imminente che non riescono a dormire o mangiare.E qualcuno potrebbe anche farla finita in un circolo vizioso d’isteria che si sta cercando di fermare.
Insomma adolescenti e non solo che contemplano il suicidio come un modo per evitare il caos della fine dei tempi, secondo Morrison. “Anche se questo è uno scherzo per alcune persone e un mistero per gli altri, vi è un nucleo di persone che sono veramente preoccupati“, ha detto lo scienziato. A nome della NASA, Morrison risponde regolarmente a domande su indagini scientifiche presentate direttamente dal pubblico. Tuttavia, negli ultimi anni, domande legittime sono stati “travolte” da domande sul giorno del giudizio aspettando il 21 dicembre 2012.
Morrison afferma di aver ricevuto molte lettere ed e-mail da parte di persone ansiose ma è particolarmente preoccupato per gli effetti che i rumors potrebbero avere sui giovanissimi. “Penso che sia male per le persone diffondere voci su Internet per spaventare i bambini”. Nibiru è stato tirato in ballo originariamente per il 2003, ma essendo passata indenne la prima data, il riciclo per il 2012 è stato facile. Gli scienziati della NASA sottolineano che non vi è alcuna base scientifica per considerare una profezia Maya sulla fine del mondo realistica. Ammesso e non concesso che il lungo computo dicesse che il mondo avrebbe finito il suo ciclo vitale in questo ultimo mese del 2012. Se un pianeta si stesse dirigendo verso la Terra, gli astronomi avrebbero dovuto vederlo almeno un decennio fa. La gente sarebbe anche in grado di vederlo a occhio nudo. Sarebbe, infatti, l’oggetto più luminoso del cielo dopo il Sole e la Luna. “Si può sfatare questa diceria da soli. Non c’è bisogno di chiedere al governo o chiedere scienziati. Basta uscire e guardare il cielo. Non troverete non nuovo oggetto luminoso in direzione della Terra” ha detto Morrison. Per chi ancora avesse dei dubbi, nonostante nel nostro piccolo anche noi abbiamo cercato ri rassicurarvi, facciamo nostro il consiglio dello scienziato. Alzate gli occhi al cielo e tirate un sospiro di sollievo.

Di Ufoonline

Forte temporale in Liguria, gigantesca tromba marina a largo di Genova: foto e video!

Forte temporale in Liguria, gigantesca tromba marina a largo di Genova: foto e video!:


Come abbiamo già accennato nel nostro punto della situazione di pochi minuti fa, un forte temporale s’è formato nel pomeriggio sulla Liguria centro/orientale, con forti piogge tra genoano e spezzino. Circa un’ora fa, intorno alle 16:50, una spettacolare e gigantesca tromba marina s’è formata sul mare a largo di Pieve Ligure e Sori, proprio di fronte Nervi, a Genova. Le foto di Lorenza Scopesi e il video che pubblichiamo sono davvero spettacolari:


link

sabato 1 dicembre 2012

Inghilterra: invasione UFO a Middlesbrough

Inghilterra: invasione UFO a Middlesbrough:
Il video spettacolare che vi presentiamo riguarda un avvistamento di Ufo Flottillas avvenuto nella città di Middlesbrough la sera del 29 Novembre 2012. Ad assistere a questo spettacolare avvistamento, sono un gruppo di ragazzi che credevano inizialmente di riprendere alcuni elicotteri o aerei, ma le dinamiche di volo di questi oggetti non faceva propendere per l’ipotesi degli elicotteri e rivendendo il filmato, analizzandolo più volte, si notano particolari incredibili che fanno presupporre che non si trattasse di nessun aereo convenzionale terrestre. Guardate il video!



mercoledì 28 novembre 2012

Un Tornado si abbatte su Taranto, evento estremo per questa regione!

Un Tornado si abbatte su Taranto, evento estremo per questa regione!:
28 novembre 2012 - Un vero e proprio Tornado ha colpito il porto industriale di Taranto poche ore fa,la mega tromba d'aria ha puntato diritto verso lo stabilimento dell'Ilva di Taranto causando diversi danni alle infrastrutture della fabbrica,costringendo il personale a un evacuazione di emergenza per rischio esplosione.Durante il suo transito il tornado ha letteralmente devastato tutto cio' che incontrava danneggiando seriamente alcune linee elettriche come si evince anche dal video girato poco fa.
VIDEO



Tratto da